Analisi dei prezzi 19/08: BTC, ETH, XRP, BCH, LTC, BNB, EOS, BSV, XMR, XLM

Le opinioni e le opinioni espresse qui sono esclusivamente quelle dell'autore e non riflettono necessariamente le opinioni di Cointelegraph. Ogni mossa di investimento e negoziazione comporta rischi. Dovresti condurre le tue ricerche quando prendi una decisione.

I dati di mercato sono forniti dallo scambio HitBTC .

Gli appassionati di criptovalute disprezzano le valute fiat, mentre le banche centrali si sono schierate in gran parte contro le criptovalute, poiché le considerano una forma di concorrenza. Tuttavia, una nuova analisi ha rilevato che la mera esistenza delle criptovalute avvantaggia sia la società che il governo. 

Le criptovalute offrono ai cittadini l'opportunità di diversificare i propri investimenti. Agiscono come competitor per le valute tradizionali e impediscono alle banche centrali di svalutare le proprie valute. Al contrario, i governi traggono beneficio tassando gli investimenti crypto.

Nonostante il progetto Libra di Facebook abbia avuto qualche difficoltà, Binance ha annunciato un progetto blockchain aperto chiamato "Venus" che lavorerà con i governi e varie altre società per lanciare delle stablecoin localizzate in tutto il mondo. Binance ritiene che il progetto darà potere sia alle nazioni in via di sviluppo che a quelle sviluppate. Inoltre, fa affidamento sulle misure di conformità già esistenti in varie giurisdizioni per ottenere le necessarie autorizzazioni normative.

BTC/USD

Bitcoin (BTC) sta riprendendo slancio man mano che sale. Questo è un segnale positivo, in quanto mostra che i rialzisti non stanno aspettando prezzi più bassi per comprare. Tuttavia, possiamo escludere che non si tratti di una bull trap? Analizziamo il grafico.

BTC / USD

Diamo un'occhiata agli aspetti positivi che indicano una ripresa dell'impennata sul grafico. La coppia BTC/USD è rimbalzata bruscamente dal suo supporto critico di 9.080$. Ciò conferma che i rialzisti tendono a comprare quando il prezzo scende a livello del supporto che ritengono sufficientemente solido.

Entrambe le medie mobili si stanno appiattendo e l'RSI è vicino a 50, il che fa pensare ad una range action nel breve periodo. I limiti dell'intervallo potrebbero essere 9.080$ al ribasso e 12.000$ al rialzo. Un consolidamento vicino ai massimi è un segno positivo, poiché aumenta la probabilità di un breakout a nuovi massimi. Quindi, fintanto che il prezzo rimarrà al di sopra di 9.080$, la coppia potrebbe segnare nuovi massimi annuali.

La nostra ipotesi non sarà valida se il prezzo scenderà dai livelli attuali o da 12.000$, precipitando al di sotto dei 9.080$. Uno sviluppo del genere intaccherebbe il sentiment, spianando la strada ad una correzione più profonda a 7.451,63$. Inoltre, ritarderebbe anche la prossima mossa rialzista. Dai pattern del grafico non si individua alcun trade con un rapporto rischio/rendimento abbastanza interessante, perciò non consigliamo di aprire nuove posizioni long.

ETH/USD

I ribassisti non sono riusciti a capitalizzare sul breakdown sotto 192,45$, il che mostra una forte domanda a livelli inferiori. Il pullback ha raggiunto l'EMA a 20 giorni, che rappresenta una forte resistenza. Tuttavia, se i rialzisti dovessero riuscire a superare quest'area, Ether (ETH) potrebbe raggiungere la SMA a 50 giorni, che si trova vicino alla resistenza orizzontale di 235,70$.

ETH / USD

Prevediamo una forte resistenza a 235,70$, perché questa soglia ha bloccato l'impennata già in tre occasioni. Se dovesse succedere anche questa volta, la coppia ETH/USD potrebbe consolidarsi tra 192,45$ e 235,70$ per alcuni giorni. 

Al contrario, se i rialzisti dovessero spingere il prezzo al di sopra dei 235,70$, la coppia potrebbe raggiungere rapidamente quota 320,84$. Osserveremo l'azione dei prezzi sopra la linea di downtrend per alcuni giorni, e poi decideremo come comportarci. La nostra previsione semi-rialzista non sarà valida se la coppia cambierà direzione dai livelli attuali o dalla SMA a 50 giorni, finendo sotto 174,461$. 

XRP/USD

Avevamo previsto che XRP sarebbe precipitata dopo aver toccato nuovi minimi annuali, ma ciò non è accaduto. Il "cherry-picking" dei rialzisti più aggressivi ha spinto i prezzi al di sopra della resistenza degli 0,27795$. Dopo il primo lotto di acquirenti, il vero test inizia ora. La domanda continuerà anche a livelli più alti?

XRP / USD

La coppia XRP/USD non rimane al di sopra dell'EMA a 20 giorni dal 27 giugno. Perciò, rappresenta una dura resistenza da superare. Se i rialzisti dovessero spingere il prezzo al di sopra dell'EMA a 20 giorni, sarebbe il primo segnale che la domanda non si sta spegnendo a livelli più alti. Il prossimo livello da tenere d'occhio sarà la SMA a 50 giorni, e successivamente quota 0,34429$.

Tuttavia, se i rialzisti non dovessero riuscire a riportare il prezzo al di sopra dell'EMA a 20 giorni, i ribassisti potrebbero cercare di trascinare la criptovaluta sotto il minimo di 0,225$. Sebbene possa sembrare interessante acquistare a a livelli così bassi, non abbiamo ancora la conferma di un bottom, quindi, aprire posizioni long potrebbe essere piuttosto rischioso. Aspetteremo che si formi un setup affidabile prima di consigliare dei trade.

BCH/USD

Bitcoin Cash (BCH) ha formato un grande pattern head and shoulders (H&S), ma i ribassisti non sono stati in grado di trascinare la valuta digitale sotto la neckline, e il setup rialzista entra in gioco solo dopo una chiusura (fuso orario UTC) sotto di essa.

BCH / USD

Tuttavia, il rimbalzo dalla neckline è stato incoraggiante. Ha rapidamente raggiunto le medie mobili. Se i rialzisti dovessero spingere il prezzo sopra 360$, potremmo assistere ad un passaggio a 428,54$ e successivamente a 515,35$. Pertanto, potremmo consigliare posizioni long una volta osservata l'azione dei prezzi a 360$.

Se, contrariamente alla nostra ipotesi, i ribassisti riusciranno a difendere le medie mobili, la coppia BCH/USD potrebbe scivolare di nuovo alla neckline, che non pensiamo possa reggere un ulteriore retest.

LTC/USD

L'8 agosto, Litecoin (LTC) ha mantenuto nuovamente il livello di ritracciamento di Fibonacci del 61,8%. Ciò indica una mancanza di vendite a livelli inferiori. Il prezzo può ora tornare all'EMA a 20 giorni, che probabilmente fungerà da resistenza. Se verrà superata, potremmo assistere ad un passaggio alla SMA a 50 giorni.

LTC / USD

Un breakout al di sopra della SMA indicherà che il downtrend è terminato. La prima resistenza è a 105,676$, oltre la quale è probabile un nuovo test dei massimi a 145,6725$.

Entrambe le medie mobili sono in calo e l'RSI si trova in territorio negativo, il che dimostra che i ribassisti sono al comando. Se il prezzo dovesse scendere dall'EMA a 20 giorni o dalla SMA a 50 giorni, finendo sotto il supporto a 69,9227$, potrebbe scivolare a 49,3305$, ossia il livello di ritracciamento di Fibonacci del 78,6%. Non abbiamo individuato alcun setup d'acquisto affidabile ai livelli attuali.

BNB/USD

Binance Coin (BNB) viene scambiata nell'intervallo 26,202$ - 32,50$. I rialzisti stanno tentando di superare le medie mobili, il che è un segno positivo. La prossima resistenza si trova a 32,50$, al di sopra della quale ci aspettiamo che la valuta digitale inizi un nuovo trend rialzista. In alto, il primo target è un nuovo test del massimo storico che, se superato, potrebbe far partire un nuovo uptrend.

BNB / USD

Al contrario, se la coppia BNB/USD verrà respinta dalla SMA a 50 giorni o da 32,50$, potrebbe rimanere all'interno del range per ancora qualche giorno. Un breakdown sotto 26,202$ sarà il primo segno del ritorno dei ribassisti. Il trend peggiorerà in modo decisivo in caso di breakdown del supporto a 24,1709$. Consigliamo ai trader di attendere che la coppia superi quota 32,50$ prima di acquistare.

EOS/USD

EOS sta tentando di rimbalzare dal supporto dei 3,30$. Entrambe le medie mobili sono in calo e l'RSI è in zona negativa, il che suggerisce che i ribassisti sono in vantaggio. Se la criptovaluta scenderà dall'EMA a 20 giorni, i ribassisti proveranno a riportarla sotto i 3,30$. Un eventuale breakdown sotto questa soglia rappresenterebbe uno sviluppo molto negativo, capace di trascinare il prezzo a 2,20$.

EOS / USD

Tuttavia, se i rialzisti dovessero riuscire a spingere il prezzo al di sopra di entrambe le medie mobili, la coppia EOS/USD potrebbe salire fino a 4,8719$. Un breakout di questo livello potrebbe iniziare un nuovo trend rialzista, ma se il prezzo verrà respinto da 4,8719$, la criptovaluta rimarrà vincolata al range per qualche giorno. Suggeriamo ai trader di attendere l'inizio di un nuovo trend rialzista prima di aprire nuove posizioni long.

BSV/USD

Bitcoin SV (BSV) potrebbe formare un ampio intervallo di trading tra 107$ e 188,69$. Entrambe le medie mobili sono in ribasso e l'RSI è appena sotto il punto medio, il che dimostra che i ribassisti hanno un leggero vantaggio.

BSV / USD

Attualmente, i rialzisti stanno tentando di superare l'EMA a 20 giorni. In caso di successo, la coppia BSV/USD potrebbe affrontare una certa resistenza alla SMA a 50 giorni, al di sopra della quale può salire a 188,69$.

Al contrario, se la coppia verrà respinta da una delle medie mobili, potrebbe correggersi nuovamente a 107$. Poiché il range è ampio, i trader possono tentare di acquistare vicino al supporto e vendere vicino alla resistenza. In mezzo al range, non troviamo alcun setup affidabile. Un eventuale breakdown dell'intervallo sarebbe uno sviluppo ribassista, mentre un breakout potrebbe spingere la criptovaluta a nuovi massimi storici.

XMR/USD

Monero (XMR) è compresa tra 72$ e 98,2939$. Entrambe le medie mobili sono piatte e l'RSI è vicino ai 50. Ciò indica un equilibrio tra acquirenti e venditori. Se i rialzisti dovessero spingere il prezzo al di sopra delle medie mobili, la criptovaluta potrebbe raggiungere quota 98,2939$.

XMR / USD

Un eventuale breakout del range potrebbe portare il prezzo a 120$. C'è una resistenza minore a 107$, ma ci aspettiamo che venga superata. Al contrario, se la coppia XMR/USD dovesse scendere dai livelli attuali, potrebbe scivolare a 72$. Un eventuale breakdown sotto questo supporto sarebbe un segno ribassista, che può trascinare il prezzo a 60$. Prevediamo parecchia volatilità all'interno dell'intervallo, pertanto restiamo neutrali finché non verranno superati i 98,2939$.

XLM/USD

Stellar (XLM) è scesa sotto il supporto critico di 0,072545$ il 14 agosto. Da allora, il prezzo è rimasto in un range ristretto. I ribassisti non sono stati in grado di capitalizzare sul breakdown e far registrare nuovi minimi. Allo stesso modo, i rialzisti non sono riusciti a riportare il prezzo al di sopra degli 0,072545$.

XLM / USD

I breakdown migliori continuano a precipitare senza dare molte opportunità ai trader bloccati a livelli più alti. Se c'è esitazione dopo un breakdown, è sintomo di una mancanza di urgenza da parte dei venditori.

Se i rialzisti non riusciranno a superare l'EMA a 20 giorni nei prossimi 3-4 giorni, i ribassisti potrebbero provare a far riprendere l'uptrend. Al contrario, se la coppia XLM/USD supererà e si manterrà al di sopra dell'EMA a 20 giorni, l'ultimo breakdown si rivelerà essere stato una bear trap. Con entrambe le medie mobili in calo e l'RSI in territorio negativo, il vantaggio è ancora in mano ai ribassisti.

I dati di mercato sono forniti dallo scambio HitBTC .