Analisi dei prezzi, 28/07: BTC, ETH, XRP, LTC, BCH, BNB, EOS, BSV, XLM, ADA

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Le incertezze relative alle regolamentazioni impediscono un solido incremento dei prezzi. Al tempo stesso, gli elementi finanziari fondamentali offrono supporto a numerose criptovalute, mentre altre potrebbero presto registrare nuovi minimi annuali. Questo dimostra che il mercato ha finalmente iniziato distinguere tra progetti di alta e bassa qualità.

I trader dovrebbero pertanto acquistare soltanto le altcoin più promettenti, che guideranno la prossima fase rialzista, piuttosto che puntare su quelle più deboli nella speranza di generare enormi profitti. Diamo un'occhiata ai grafici, alla ricerca di opportunità d'acquisto.

BTC/USD

Dopo il repentino crollo registrato nel fine-settimana, i rialzisti stanno tentando di stabilizzare Bitcoin (BTC). Se il movimento cambiasse direzione, superando le medie mobili, confermerebbe la presenza di un forte desiderio d'acquisto sotto i 10.000$. Renderebbe inoltre invalido il bearish crossover, un segnale decisamente positivo.

La criptovaluta può essere acquistata in caso di chiusura al di sopra delle medie mobili, mantenendo lo stop loss a 9.050$. Il primo target è posizionato alla downtrend line: una volta oltrepassato, potremmo assistere ad un nuovo test di quota 13.973,50$.

Al contrario, se la coppia BTC/USD non riuscisse ad oltrepassare le medie mobili, prevediamo una nuova ondata di vendite che spingerà il valore della criptovaluta verso l'area di supporto compresa fra 6.933,90$ e 7.451,63$.

ETH/USD

Ethereum (ETH) sta tentando di rimanere al di sopra della uptrend line. I rialzisti proveranno a superare la EMA a 20 giorni e la resistenza a 235,70$: in caso di successo, potremmo assistere ad un'impennata verso la SMA a 50 giorni seguita da un nuovo test di quota 320,840$. I trader dovrebbero pertanto acquistare la criptovaluta sopra i 235,70$, mantenendo lo stop loss a 192$.

Tuttavia, nel caso in cui la coppia ETH/USD scivolasse al di sotto della uptrend line e del supporto a 192,945$, la contrazione potrebbe estendersi fino a 150$. Per tale motivo, consigliamo l'acquisto soltanto una volta confermata l'inversione del trend.

XRP/USD

Attualmente XRP viene scambiato all'interno di un piccolo range. È presente un supporto a 0,30258$, sotto il quale la contrazione potrebbe estendersi fino a 0,27795$. Quest'ultimo è un livello estremamente importante, che fornisce supporto alla criptovaluta sin da dicembre dello scorso anno.

Se il supporto a 0,27795$ venisse infranto, il declino potrebbe estendersi fino a 0,19$. Nonostante sia presente un supporto al minimo annuale a 0,24508$, è molto debole ed è improbabile che regga.

Al contrario, nel caso in cui i rialzisti riuscissero a difendere ancora una volta il supporto a 0,27795$, la criptovaluta potrebbe oltrepassare la EMA a 20 giorni e raggiungere i 0,37835$. Questo livello rappresenta una dura resistenza, ma il rialzo potrebbe estendersi fino a 0,45$ se venisse superato. 

Poiché i futuri movimenti della moneta non sono ancora chiari, i trader dovrebbero attendere che i rialzi vengano confermati prima di procedere con l'apertura di nuove posizioni.

LTC/USD

Quest'anno Litecoin (LTC) ha raggiunto un massimo di 145$ partendo da 23$: il prezzo si è poi corretto del 50%. Si tratta di una correzione standard in caso di uptrend. I tentativi dei ribassisti di spingere la moneta sotto quota 84,38$ sono stati subito acquistati: è presente un solido supporto nell'area compresa fra 84,38$ e 76,71$.

La correzione terminerà una volta che la coppia LTC/USD riuscirà a superare in maniera convincente la downtrend line. Il primo target di un simile movimento è posizionato alla SMA a 50 giorni, sopra il quale potremmo nuovamente assistere ad un test di quota 145$. Ciononostante, attenderemo la conferma del breakout prima di consigliare l'apertura di posizioni long.

Se invece la criptovaluta dovesse scivolare sotto i 76,71$, il declino potrebbe estendersi fino a 69,92$: si tratta del livello di ritracciamento Fibonacci 61,8%. Se anche questo supporto venisse infranto, il prezzo potrebbe raggiungere i 58$.

BCH/USD

Bitcoin Cash (BCH) sta tentando di rimanere al di sopra della uptrend line. Se la criptovaluta riuscisse a superare la EMA a 20 giorni, si formerebbe un pattern rialzista a triangolo ascendente.

Al contrario, un crollo al di sotto della uptrend line risulterebbe in un range compreso fra 251,23$ e 345,80$.

Il trend diverrebbe negativo in caso di breakdown al di sotto del range, risultando in un potenziale crollo fino a 166,98$. È presente un supporto a 227,70$, ma a nostro parere non reggerà.

Al contrario un breakout sopra i 345,80$ rappresenterebbe un segnale di forza, che potrebbe far impennare la coppia BCH/USD prima a 440,37$ e successivamente a 515$. Attualmente, la nostra opinione sulla criptovaluta rimane neutrale.

BNB/USD

Binance Coin (BNB) è scivolato al di sotto della uptrend line, ma il ribasso non si è esteso ulteriormente: questo mostra che i trader non sono disposti a vendere ai livelli inferiori. Attualmente il prezzo rimane comunque vulnerabile ad una potenziale contrazione verso i 24,17$.

Le prestazioni della coppia BNB/USD rimangono ottime: nonostante numerose criptovalute siano tornate ai minimi, il prezzo di BNB si è corretto di appena il 30% rispetto ai propri massimi storici. Ciononostante, attenderemo la conferma del bottom prima di consigliare l'acquisto della moneta: se il supporto a 24,17$ venisse infranto, il declino potrebbe estendersi fino a 18,30$.

EOS/USD

Il valore di EOS si è ridotto notevolmente dopo aver toccato la EMA a 20 giorni, dimostrando la presenza di un forte desiderio di vendita alle resistenze. La criptovaluta potrebbe ora scivolare fino all'area di supporto compresa fra 3,30$ e 3,87$. Se anche questo supporto venisse infranto, il declino potrebbe estendersi fino a 2,2$.

Tuttavia, se i rialzisti riuscissero a difendere l'area di supporto e a spingere la coppia EOS/USD sopra la EMA a 20 giorni, indicherebbe la presenza di acquirenti ai livelli inferiori. Una ripresa sopra quota 4,9$ sarebbe il primo segnale di un'inversione del trend. Durante questo movimento verso l'alto la SMA a 50 giorni, che ha precedentemente rappresentato un solido supporto, agirà da forte resistenza.

Attenderemo la formazione di un nuovo setup rialzista prima di consigliare il trading di questa moneta.

BSV/USD

Bitcoin SV (BSV) viene scambiato all'interno di un canale discendente. Il prezzo continua a rimanere al di sotto della EMA a 20 giorni, un segno di debolezza. Se i ribassisti riuscissero a spingere la criptovaluta verso la metà inferiore del canale, prevediamo un crollo fino alla support line a 107$.

Qualsiasi tentativo di pullback incontrerebbe un muro di vendite alla EMA a 20 giorni, e sopra ancora alla resistance line del canale.

Un breakout dal canale indicherebbe tuttavia un ritorno degli acquirenti. In tal caso, è presente una resistenza minore alla SMA a 50 giorni: se venisse superata, la ripresa potrebbe estendersi fino a 255,60$. Attenderemo la conferma dell'inversione del trend prima di consigliare l'acquisto di questa criptovaluta.

XLM/USD

Stellar (XLM) è in downtrend a breve termine, in quanto il prezzo si trova sotto entrambe le medie mobili. È presente un supporto a 0,081527$, sotto il quale il declino potrebbe estendersi fino all'area di supporto compresa fra 0,072545$ e 0,076$.

Al contrario, un breakdown dall'area di supporto potrebbe avere come conseguenza un crollo fino a minimi annuali. Un simile movimento innescherebbe svariati stop loss, facendo scivolare la criptovaluta fino a 0,042$.

ADA/USD

Cardano (ADA) ha formato un piccolo triangolo simmetrico, che solitamente agisce da continuation pattern. Entrambe le medie mobili sono in calo, la via più probabile è verso il basso. Un breakdown al di sotto del canale avrebbe come conseguenza una ripresa dei movimenti ribassisti, il cui target è posizionato a 0,041$.

Se, contrariamente alla nostra previsione, la coppia ADA/USD riuscisse ad oltrepassare il canale, si tratterebbe di un segnale fortemente positivo. In alto, il target di tale movimento è posizionato a 0,079$. Oltrepassata la resistenza a 0,082$, potremmo assistere ad un'impennata fino a 0,10$.

Consigliamo ai trader di attendere che i livelli del breakout vengano testati con successo prima di procedere con l'acquisto della moneta. Poiché infatti il trend è ribassista potrebbe trattarsi di una bull trap: per tale motivo, ritiriamo il consiglio d'acquisto effettuato nella nostra analisi precedente

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.