Fra dieci anni Bitcoin potrebbe sostituire Visa, MasterCard e PayPal: lo rivela una ricerca di DataLight

Entro i prossimi dieci anni, Bitcoin (BTC) potrebbe sostituire i principali sistemi di pagamento globali, come Visa, MasterCardPayPal: lo rivela un resoconto recentemente pubblicato dalla start-up DataLight. In particolare la compagnia ha previsto che, se la rete Bitcoin riuscisse a mantenere il tasso di crescita corrente, sconfiggerà gli operatori storici del settore.

"In appena dieci anni, Bitcoin è riuscito a competere con i leader dell'industria dei sistemi di pagamento. La crescita di Bitcoin sta avvenendo in maniera esponenziale", è possibile leggere all'interno del resoconto. 

"Se manterrà questo andamento, fra altri dieci anni potrebbe superare la competizione."

Questa ipotesi si basa sul fatto che Bitcoin possiede già tariffe estremamente economiche e un gran numero di nodi. Ad esempio, la rete Bitcoin è composta da circa 10.000 nodi attivi, rispetto ai 119 centri dati di Visa, ai 98 di MasterCard e ai 51 di PayPal. Al tempo stesso, molti meno individui utilizzano Bitcoin: esistono infatti appena 25 milioni di wallet per la criptovaluta, ma sono presenti in circolazione oltre 5,3 miliardi di carte di credito Visa e MasterCard

Ciononostante, DataLight ha espresso ottimismo: nel prossimo futuro, i miglioramenti tecnici renderanno Bitcoin un prodotto attraente anche per il pubblico generale. Attualmente Bitcoin può gestire circa 7 transazioni al secondo, mentre Visa ben 65.000: ma le future soluzioni di scalabilità, come il tanto discusso Lightning Network, renderanno la criptovaluta uno strumento utilizzabile nella vita di tutti i giorni.

"Già adesso le transazioni con Bitcoin risultano superiori a bonifici e pagamenti internazionali portati a termine con metodi convenzionali", sottolinea DataLight nel resoconto.

"Grazie alle migliorie tecniche, la rete Bitcoin diverrà quasi certamente il principale sistema di pagamento. Ecco perché il trend ribassista del 2018 sarà una delle ultime contrazioni prima di una crescita esponenziale e il raggiungimento di nuovi massimi."