Ripple trasferisce un miliardo di token XRP da e verso il suo escrow wallet

Whale Alert, il sempre vigile live tracker delle transazioni in criptovaluta, ha osservato che Ripple ha trasferito un totale di 1 miliardo di token XRP dal suo escrow wallet il 2 dicembre.

La società di pagamenti blockchain ha spostato l'enorme quantità di token in due transazioni separate, che complessivamente raggiungono un valore di 219 milioni di dollari. È interessante notare che la compagnia ha poi rimesso l'identico quantitativo di token all'interno del wallet appena sette minuti dopo, questa volta in tre transazioni separate.

Ripple sta cercando di far crollare il prezzo del token?

Questa non è la prima volta Ripple effettua transazioni così enormi. La pratica ha sollevato diverse preoccupazioni tra la comunità XRP, e alcuni dei suoi membri temono che i trasferimenti siano in realtà "dumping" atto a far crollare il prezzo del token.

Ad agosto, è stata lanciata una petizione su Change.org intitolata "Stop al dumping di Ripple", seguita da una petizione più sarcastica a settembre, che sollecitava Ripple ad aumentare il dumping di XRP e "sprigionare la utility!".

In precedenza, la comunità di XRP ha esortato i dirigenti dell'azienda a fare attenzione a tali preoccupazioni, minacciando addirittura un'acquisizione da parte della stessa community. Tuttavia, la società insiste sul fatto che sta vendendo XRP per investire in aziende che potrebbero far crescere il suo ecosistema e finanziarie le proprie operazioni.

Diverse partnership non hanno avuto effetto sul prezzo di XRP

Il prezzo di XRP è costantemente diminuito negli ultimi mesi, nonostante siano state strette diverse nuove partnership. Proprio di recente, la famosa rete di trasferimenti di denaro MoneyGram ha annunciato che Ripple ha completato il suo investimento da 50 milioni di dollari con i 20 milioni finali.

Le due società hanno stretto una partnership strategica di 2 anni per collaborare ai pagamenti cross-border e ai regolamenti in valuta estera con asset digitali. L'accordo prevedeva che MoneyGram fosse in grado di ottenere fino a 50 milioni di dollari da Ripple in cambio di azioni.

Tuttavia, la notizia non sembra aver aiutato il prezzo dell'altcoin. La moneta apparen infatti decisamente debole, poiché si trova appena al di sopra del minimo annuale a quota 0,219$, e un trader ritiene addirittura che potrebbe arrivare a valere zero entro febbraio 2020.