Samsung brevetta un SSD compatibile con i sistemi blockchain

Il colosso sudcoreano Samsung ha depositato un brevetto per un'unità di memoria a stato solido (SSD) compatibile con i sistemi blockchain.

Come riportato dal sito di notizie Decenter, il 15 gennaio Samsung ha richiesto il brevetto “programmable blockchain solid state drive and switch”, che è stato pubblicato il 2 febbraio.

I dettagli sul nuovo sistema sono pochi, ma sembra che verrà utilizzato per migliorare la velocità e la durata dei dispositivi di archiviazione compatibili con la tecnologia blockchain.

Per raggiungere questo obiettivo, Samsung intende utilizzare i Field Programmable Gate Arrays (FPGA), dei dispositivi che possono essere collocati tra i dispositivi di elaborazione general-purpose e gli Application Specific Integrated Circuits (ASIC).

Questo tipo di device può essere programmato per calcolare gli algoritmi in un modo più efficiente rispetto ai dispositivi informatici general-purpose. Tuttavia, a differenza degli ASIC, possono essere riprogrammati e adattati a diversi algoritmi. Queste caratteristiche li rendono quindi un'alternativa più flessibile, seppur meno efficiente, agli ASIC nel mining di criptovalute.

Samsung sta prendendo le criptovalute sul serio

Samsung, uno dei maggiori produttori di elettronica al mondo, sta integrando sempre più funzionalità basate su blockchain nei suoi dispositivi mobili. Il mese scorso, il gigante sudcoreano ha integrato l'app XWallet di Pundi X nel suo wallet Samsung Blockchain, insieme a oltre 30 criptovalute.

Come riportato qualche settimana fa da Cointelegraph, il colosso cinese dell'e-commerce Alibaba ha richiesto un brevetto negli Stati Uniti, intitolato “Domain Name Management Scheme for Cross-Chain Interactions in Blockchain Systems.”