Samsung registra un marchio nel Regno Unito per un wallet di criptovalute

Samsung, colosso sudcoreano dell'elettronica, ha registrato un nuovo marchio nel Regno Unito per un portafoglio di criptovalute. La richiesta è stata recentemente presentata all'Intellectual Property Office del paese.

In particolare, nella sezione "Classi e condizioni" del documento, Samsung afferma di star sviluppando:

"Software per l'utilizzo come portafoglio di criptovalute; software per il trasferimento di criptovalute e pagamenti basati sulla tecnologia blockchain; software per smartphone, precisamente software che consente agli utenti di trasferire criptovalute basate su tecnologia blockchain ed effettuare pagamenti attraverso applicazioni di terze parti."

Questo mese Samsung aveva tuttavia smentito le voci secondo le quali l'azienda avesse intenzione di integrare un wallet di criptovalute all'interno del nuovo dispositivo Galaxy S10. Recentemente la compagnia ha infatti registrato tre nuovi marchi nell'Unione Europea, per software legati a criptovalute e blockchain.

"Blockchain KeyStore", "Blockchain key box" e "Blockchain Core": sono questi i tre nuovi marchi di Samsung che appaiono sul portale in rete dell'Ufficio Europeo della Proprietà Intellettuale (EUIPO).

Questo mese HTC, celebre produttore di smartphone con sede in Taiwan, ha integrato il browser decentralizzato Brave all'interno del proprio telefono HTC Exodus 1. Si tratta del "primo smartphone blockchain", che consente di interagire nativamente con reti decentralizzate come quella di Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH).