Anche gli smartphone di fascia bassa di Samsung avranno funzioni crypto e blockchain

Anche gli smartphone di fascia bassa del colosso sudcoreano Samsung includeranno delle funzioni relative a criptovalute e blockchain. Lo ha rivelato il sito di notizie Business Korea il 14 maggio.

Secondo il rapporto, le funzioni già presenti nel Samsung S10 verranno incluse anche in altri modelli della serie Galaxy. Il gigante della telefonia ha intenzione di collaborare con le compagnie di telecomunicazioni per portare su mobile valute locali e schede di identificazione basate su tecnologia blockchain.

Chae Won-Cheol, amministratore delegato del team product strategy della divisione Wireless Business di Samsung Electronics, ha dichiarato:

"Ridurremo la soglia d'ingresso a queste nuove esperienze espandendo gradualmente il numero di modelli Galaxy che supportano le funzioni blockchain. Estenderemo anche i nostri servizi ad altri paesi target oltre a Corea, Stati Uniti e Canada."

Come segnalato da Cointelegraph alla fine di febbraio, i nuovi smartphone della serie Galaxy S10 rilasciati dalla compagnia includeranno dei wallet per ether (ETH), bitcoin (BTC) e altri due token.

A fine aprile, una fonte anonima ha rivelato che Samsung potrebbe finire per sviluppare una blockchain pubblico-privata completa del proprio token.

Questa settimana, HTC ha inoltre annunciato che nel terzo trimestre del 2019 arriverà una versione low-cost del proprio smartphone blockchain, dotato di funzionalità full node per BTC e di token swap in-wallet ERC-20.