Gruppo Santander: accordo da 700 milioni di dollari per utilizzare le tecnologie di IBM, blockchain inclusa

Banco Santander, una delle più grandi banche europee, e il gigante dell'informatica IBM hanno siglato un accordo per sviluppare i sistemi bancari della compagnia tramite tecnologie come quella blockchain. La notizia è stata annunciata in un comunicato stampa pubblicato il 13 febbraio.

L'accordo quinquennale ha l'obiettivo di migliorare i servizi dell'istituzione finanziaria utilizzando le tecnologie emergenti - come blockchain, intelligenza artificiale e big data - fornite da IBM.

Il valore dell'accordo tra IBM e il principale gruppo finanziario spagnolo si aggirerebbe sui 700 milioni di dollari. La mossa mira a ridurre i costi annuali della banca nel settore IT e "consentire al Gruppo Santander ad evolversi verso l'ambiente IT aperto, flessibile e moderno di cui ha bisogno", osserva il comunicato stampa.

Il documento riporta le parole di David Soto, IBM General Manager di Santander Group:

"Il Gruppo Santander sta sfruttando le tecnologie di IBM per sostenere le sue attività di sicurezza e normative, e per sviluppare rapidamente nuovi servizi capaci di soddisfare la domanda dei clienti sfruttando l'esperienza industriale di IBM e la sua tecnologia unica".

Come segnalato l'estate scorsa da Cointelegraph, Banco Santander ha creato un gruppo di ricerca blockchain chiamato "Digital Investment Banking", che ha l'obiettivo di esplorare il potenziale della tecnologia blockchain nel trading di security e di altri strumenti finanziari.

Come riportato questa settimana, IBM ha anche stretto una partnership con la compagnia farmaceutica Boehringer Ingelheim, per integrare la tecnologia blockchain nei suoi registri clinici.