Tregua dei mercati delle criptovalute, ancora perdite per alcune monete

Venerdì, 7 settembre: dopo il caos di questa settimana, i mercati delle criptovalute si sono leggermente stabilizzati, anche se molte monete continuano a perdere valore, come mostrano i dati di Coin360.

Market visualization from Coin360

Grafico fornito da Coin360

Al momento della stesura di questo articolo, secondo il Bitcoin Price Index di Cointelegraph un Bitcoin (BTC) è scambiato per circa 6.430$, circa l'1% in meno rispetto alla quotazione di ieri.

Nonostante l'ottimo inizio di settembre, negli ultimi due giorni il prezzo della criptovaluta più famosa al mondo è cominciato a scendere rapidamente, passando da un massimo di 7.391$ al minimo intragiornaliero di oggi di 6.354$.

La moneta si trova ora in perdita del 16% sul suo grafico settimanale, rimanendo tuttavia in rialzo del 7,3% su quello mensile.

Bitcoin’s 7-day price chart

Grafico settimanale del Bitcoin. Fonte: Bitcoin Price Index di Cointelegraph

Ethereum (ETH) è scivolata a 216$, perdendo più del 3%. Proprio come il Bitcoin, anche Ethereum aveva cominciato bene questo mese, sfiorando la soglia dei 300$.

Sul suo grafico settimanale, l'altcoin è in calo di oltre il 23%, mentre con l'ultimo crollo le perdite mensili salgono al 46%.

Ethereum’s 7-day price chart

Grafico settimanale di Bitcoin. Fonte: Ethereum Price Index di Cointelegraph

Delle monete della top ten di CoinMarketCap, solo tre sono in verde, anche se le perdite delle restanti sette non superano il 3%. Dopo Ethereum, la peggiore del gruppo è Bitcoin Cash (BCH), che ha perso il 2,77%, finendo sotto i 500$.

Solidi guadagni per Stellar (XLM), in rialzo del 4% con una quotazione di 0,0207$. Nonostante sia ancora lontana dal suo picco settimanale di 0,24$, la coppia XLM/BTC è quasi tornata ai livelli antecedenti il crollo di questa settimana.

Stellar’s 7-day price chart

Grafico settimanale di Stellar. Fonte: CoinMarketCap

Tra le prime venti monete, tutti gli asset a parte due registrano variazioni inferiori all'1%, il che dimostra che nelle ultime 24 ore le monete si sono pressoché stabilizzate. 

Dash (DASH) ha guadagnato quasi il 6,50%, finendo a quota 186,56$, nonostante la sua quotazione sia inferiore di quasi il 16% rispetto a quella registrata nelle prime ore di trading del 5 settembre (220,50$).

Grafico settimanale di DASH. Fonte: CoinMarketCap

L'altra eccezione è invece Dogecoin (DOGE), alla posizione numero 20, che ha guadagnato il 6%, chiudendo una settimana straordinariamente volatile.

La capitalizzazione complessiva del mercato si assesta a 203,5 mld di dollari, circa 35 mld in meno rispetto al picco settimanale di 240 mld.

7-day chart of the total market capitalization of all cryptocurrencies

Grafico della capitalizzazione complessiva del mercato. Fonte: CoinMarketCap