Svizzera: l'organo di regolamentazione ha rilasciato la sua prima licenza per la gestione di criptovalute

In Svizzera, l'Autorità Federale di Vigilanza sui Mercati Finanziari (FINMA) ha rilasciato ad un fondo d'investimento la sua prima licenza per la gestione di criptovalute. 

Il beneficiario è Crypto Fund, una filiale appartenente a Crypto Finance AG istituita nel 2017. Sino ad oggi, seguendo le restrizioni precedentemente imposte dalla FINMA, la compagnia ha potuto soltanto operare con fondi in criptovalute con sede all'estero. La nuova licenza consentirà ora all'azienda di offrire, in maniera del tutto legale, una vasta gamma di prodotti basati sul Bitcoin (BTC) e altre monete digitali, compresi fondi domestici.

Grazie a tale licenza la società potrà anche fornire servizi di consulenza per clienti istituzionali, in maniera del tutto simile a quanto possono già fare in Svizzera i gestori patrimoniali tradizionali. Attualmente molti altri fondi d'investimento in criptovalute, spiega Swissinfo, sono in attesa di ottenere simili autorizzazioni da parte della FINMA. 

Lo scorso mese Smart Valor, start-up blockchain con sede in Svizzera, ha ottenuto l'approvazione da parte dell'Associazione per i Requisiti dei Servizi Finanziari (VQF) e della FINMA per poter operare all'interno del mercato finanziario locale. Tale qualifica offrirà a Smart Valor, e conseguentemente all'intero settore, maggiore credibilità.

Oggi la Svizzera viene considerata una delle nazioni più all'avanguardia per quanto riguarda la regolamentazione dell'industria delle criptovalute. Già a febbraio di quest'anno la FINMA aveva pubblicato una serie di linee guide per i progetti ICO, allo scopo di promuovere questo genere di iniziative senza mettere a rischio il denaro degli investitori o l'integrità del sistema finanziario.