Banca Centrale del Taiwan ripone fiducia nei sistemi di pagamento basati su Blockchain

Yang Chin-long, il nuovo direttore della Banca Centrale del Taiwan, ha dichiarato in un recente discorso che la banca sarebbe disposta ad approfondire l'argomento Blockchain.

Taipei, la capitale dei Taiwan, ha annunciato al termine di gennaio la propria intenzione di diventare una "città intelligente", sfruttando la Blockchain e una collaborazione con IOTA per l'implementazione di innovazioni tecnologiche come sensori d'inquinamento e tracciamento della storia clinina dei cittadini.

Durante il proprio discorso alla cerimonia per il passaggio della presidenza, Yang Chin-long ha affermato che la Banca Centrale sarebbe pronta a "[adottare] tecnologie per analisi di dati ed intelligenze artificali, così da poter studiare ed anticipare con maggiore precisione le condizioni economiche globali."

“Inoltre, la banca analizzerà la possibilità di migliorare la sicurezza e l'efficienza dei sistemi di pagamento utilizzando una tecnologia di registro decentralizzato [Blockchain]."

Ad ottobre dello scorso anno, il Financial Supervisory Commission (FSC) del Taiwan annunciò pubblicamente il proprio supporto per Initial Coin Offering (ICO), criptovalute e Blockchain all'interno del paese, in opposizione rispetto alle severe regolamentazioni impose dai vicini Cina e Corea del Sud.