La Cina censura il sentimento anti-blockchain, Tron impenna del 25%

Pare che la Cina stia rapidamente adottando un atteggiamento favorevole nei confronti della tecnologia blockchain: a gennaio del prossimo anno verrà persino introdotta una nuova normativa per il settore delle criptovalute.

Cina rimuove dai social i post che si oppongono alla blockchain

A dimostrazione di questo improvviso cambio d'opinione sulla blockchain, il governo cinese ha anche iniziato ad eliminare post e messaggi che sostengono che la tecnologia sia una truffa: lo ha svelato il profilo Twitter cnLedger, account dedicato alla distribuzione di notizie dalla Cina.

Si tratta di uno sviluppo quasi paradossale, dato che in passato il governo tentava di rimuovere dalla rete contenuti che al contrario promuovevano blockchain e criptovalute.

La scorsa settimana il presidente cinese Xi Jinping ha sconvolto il settore delle criptovalute, quando durante un incontro dell'Ufficio Politico del Partito Comunista Cinese ha esortato il paese ad accelerare l'adozione della tecnologia blockchain. In particolare, Xi ha sottolineato che l'implementazione della blockchain è di fondamentale importanza per promuovere l'innovazione tecnologica e l'evoluzione delle industrie:

"Dobbiamo considerare la blockchain un importante passo avanti per l'innovazione indipendente delle tecnologie più importanti. Dobbiamo pertanto chiarire la strada da percorrere, aumentare gli investimenti, concentrarci su una serie di tecnologie chiave e accelerare lo sviluppo della blockchain e dell'innovazione industriale."

Le notizie degli ultimi giorni hanno fatto impennare il valore di Tron (TRX), piattaforma precedentemente oggetto di intense indagini da parte di Pechino: in un solo giorno, il valore della criptovaluta è aumentato di quasi il 25%. Questa improvvisa crescita è probabilmente legata anche al recente annuncio di Justin Sun, CEO dell'azienda, secondo il quale Tron avrebbe stretto una collaborazione con una "mega-corporation" da 100 miliardi di dollari, della quale non ha tuttavia rivelato il nome.

La principale applicazione sull'App Store educherà sulle criptovalute

In un post successivo, cnLedger ha inoltre svelato che Xuexi Qiangguo, l'applicazione più scaricata in Cina sull'App Store di Apple, offrirà contenuti educativi sia su Bitcoin (BTC) che su Ether (ETH).

Anche CPS News, servizio mediatico gestito dal Partito Comunista Cinese di Xi, ha rilasciato uno strumento per aiutare i membri del partito a comprendere meglio la tecnologia.