Nelle ultime 24 ore, Uniswap (UNI) ha registrato una delle prestazioni migliori tra le più grandi criptovalute per capitalizzazione di mercato, superando i guadagni di Bitcoin (BTC), Ether (ETH) e Binance Coin (BNB).

Martedì, UNI/USD ha assistito a un rialzo del 13,26% concluso a 25,68$, livello intoccato da una settimana. I trader hanno continuato ad alzare le offerte sulla coppia nella giornata di mercoledì, spingendo il prezzo a un picco di 26,07$, un guadagno del 15% rispetto all’apertura della sessione precedente a 22,66$.

Lo slancio di UNI è dovuto alla ripresa del mercato?

Gran parte del rialzo di UNI nelle ultime 24 ore sembra emersa sulla scia di una ripresa che ha coinvolto l’intero mercato.

Per esempio, questo periodo ha visto Bitcoin, la criptovaluta di riferimento che influenza in modo significativo il resto dei crypto asset, superare i 47.500$ con un aumento del 4,85%. Nel frattempo, il token nativo di Ethereum ETH, si è avvicinato ai 3.500$ guadagnando il 4,57%.

Anche BNB, XRP, Dogecoin (DOGE), Terra (LUNA) e LINK di Chainlink hanno registrato movimenti positivi. Al contrario, l’asset nativo della piattaforma per smart contract Solana, SOL, ha perso il 6,47% a causa di un’incidente che ha messo fuori uso il network.

Allo stesso tempo, Cardano (ADA), uno dei principali rivali di Solana, è calato circa dell’1%.

Performance delle 15 criptovalute più grandi nelle ultime 24 ore. Fonte: TradingView

Inizialmente, sembrava che i guadagni tra i token più grandi, incluso Uniswap, fossero stati aiutati da rotazioni di capitale dai mercati di SOL e ADA.

Nel dettaglio, il market cap di Solana è aumentato di oltre il 400% dall’inizio del trimestre in seguito all’arrivo nel settore in forte crescita dei token non fungibili (NFT), offrendo ai trader un’opportunità per realizzare i profitti. Inoltre, il blackout del network ha accelerato lo scenario della vendita di realizzo.

“Il mainnet beta di Solana sta assistendo a instabilità intermittente, iniziata circa 45 minuti fa, e gli ingegneri stanno studiando il problema.”

Cardano, invece, ha attirato speculazione per via del suo aggiornamento Alonzo, che ha introdotto per la prima volta gli smart contract sulla piattaforma. Inoltre, il rally del 2.500% di ADA dall’inizio dell’anno ha offerto ai trader l’opportunità di “vendere sulla notizia” e bloccare i guadagni.

I possessori di UNI controllano 9,15 milioni di token MIR

La notevole performance di Uniswap nelle ultime 24 ore sembra essere dovuta anche a ipotesi secondo cui possedere UNI potrebbe consentire l’accesso a token distribuiti in un airdrop.

In un articolo pubblicato di recente, Brendan Murray, content marketing manager presso la società di analisi blockchain Flipside Crypto, ha citato la ricerca dell’utente Twitter Jr3225. Lo studio indica che molti possessori di UNI non hanno realizzato di poter riscattare 9,15 milioni di token MIR della piattaforma di asset sintetici Mirror Protocol distribuiti a dicembre 2020.

In confronto, gli staker di LUNA hanno ricevuto più token MIR gratuiti, e quest’anno MIR/USD ha tracciato un rialzo del 200%.

Token MIR totali riscattati per tipo di airdrop. Fonte: Utente Twitter Jr3225

Il report, pubblicato martedì, coincide con l’aumento del prezzo di UNI.

Prospettiva tecnica di Uniswap

Il recente rally di Uniswap ha spinto il prezzo a testare una confluenza di supporto composta dalla resistenza discendente e dalla linea Fib 38,2% (a circa 26,09$) di un ritracciamento tra il massimo di 42,89$ e il minimo di 15,70$.

Grafico giornaliero di UNI/USD. Fonte: TradingView

I venditori hanno preso il controllo del mercato in prossimità della confluenza, spingendo UNI/USD a correggersi del 4,59% fino a un minimo locale di 24,50$. Il prossimo target di supporto è la confluenza della linea Fib 23,6% (a 22,12$) e la linea di tendenza che limita il canale ascendente.

Correlato: Chainalysis: nel Q2 gli investitori istituzionali hanno dominato il mercato DeFi

Una prospettiva rialzista provvisoria vede UNI/USD superare i 26,09$ e dirigersi verso i livelli Fib successivi (a 29,30$, 32,51$ e così via) fino a raggiungere il limite superiore del canale ascendente in prossimità dei 42,89$.

Nel frattempo, lo scenario ribassista implica una correzione di UNI/USD sotto la linea Fib a 22,12$, abbandonando il canale e scivolando verso i 15,70$.

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo appartengono unicamente all’autore e non riflettono necessariamente i punti di vista di Cointelegraph.com. Ogni investimento e operazione di trading comporta dei rischi. Dovresti condurre una ricerca propria quando prendi una decisione.