Wall Street Journal CIO Network: l'adozione della tecnologia blockchain è ancora acerba

Durante l'ultimo incontro del Wall Street Journal CIO Network, esperti e membri dell'industria hanno affermato che l'adozione della tecnologia blockchain è ancora acerba.

Il Wall Street Journal CIO Network è un'associazione esclusiva per Chief Information Officer, appartenenti ad alcune delle aziende più importanti aziende al mondo. All'evento hanno anche partecipato numerosi esperti di start-up e governi, per condividere le proprie opinioni sullo sviluppo della tecnologia imprenditoriale.

Nonostante la blockchain abbia già trovato degli utilizzi pratici, spiega Christine Moy, Executive Director e Head of the Blockchain Center of Excellence di JPMorgan Chase, non sono ancora applicazioni su larga scala. Ciononostante, a suo parere "il numero di casi d'uso in continuo aumento si evolverà in qualcosa di più grande."

Bridget van Kralingen, Senior Vice-President of Global Industry Platforms della divisione di IBM dedicata alla blockchain, ha invece suggerito che in futuro questa tecnologia troverà maggiore utilizzo nel business, specialmente nella semplificazione del flusso di documenti e nell'accertamento delle identità.

Per quanto riguarda l'adozione dell'Intelligenza Artificiale (AI), i partecipanti all'evento hanno affermato che potrebbe migliorare i processi lavorativi di numerose industrie. Stephen Messer, cofondatore e vicepresidente di Collective[i], ha affermato:

"Nel settore delle vendite, la AI incrementerebbe il livello di automatizzazione e rafforzerebbe l'analisi del business. Le compagnie potrebbero utilizzare dati, intelligenza artificiale e tecnologie di previsione per aiutare i professionisti a valutare gli affari più convenienti. Queste informazioni potrebbe anche aiutare i manager a decidere in cosa concentrare le risorse del proprio team."

Le due tecnologie trovano sempre maggiore terreno nel settore professionale. Stando infatti ad un resoconto pubblicato da LinkedIn a dicembre dello scorso anno, negli ultimi dodici mesi il numero di sviluppatori blockchain e specialisti d'intelligenza artificiale è aumentato rispettivamente di 33 e 12 volte.