Il WEF nomina la fondatrice di BitPesa come presidente del Global Blockchain Council

La fondatrice e CEO di BitPesa Elizabeth Rossiello è stata scelta dal World Economic Forum (WEF) come uno dei copresidente del Global Blockchain Council. Lo rivela un comunicato stampa pubblicato il 24 gennaio.

Al meeting annuale del WEF a Davos, in Svizzera, Rossiello è già al lavoro sia con gli esperti dell'industria che con i trenta membri del consiglio (composto da ministri, presidenti di agenzie di regolamentazione, CEO e rappresentati del settore civile e tecnologico) per determinare quali siano le priorità più importanti in vista del prossimo convegno, che si terrà a maggio a San Francisco.

BitPesa è una startup africana fondata nel 2013, che inizialmente si concentrava sull'elaborazione, tramite tecnologia blockchain, di rimesse in denaro fiat tra Regno Unito e Kenya. La società ha poi esteso le sue attività in diversi paesi europei e africani.

Come delineato dal comunicato stampa, il Global Blockchain Council è uno dei due centri istituiti nel 2017 dal WEF al fine di "definire un'agenda di governance e delle politiche tecnologiche globali" nei settori della sicurezza informatica e della "quarta rivoluzione industriale".

La quarta rivoluzione industriale è stata caratterizzata dal WEF come una serie di scoperte tecnologiche che "cambieranno radicalmente il modo in cui viviamo, lavoriamo e ci relazioniamo gli uni con gli altri ... [attraverso] la politica globale, dal settore pubblico a quello privato, da quello universitario a quello sociale." Già nel 2016, il WEF ha riconosciuto che la tecnologia blockchain ha un ruolo di rilevo in tale rivoluzione.

Sheila Warren, Head of Blockchain del WEF, ha affermato che Rossiello è stata scelta "non solo per il suo background nel settore e per le sue competenze tecniche e regolamentari, ma anche per la sua capacità di riunire i membri di questo ecosistema spesso frammentato."

Nelle sue dichiarazioni, Rossiello ha affermato che il ruolo del WEF e il livello di partecipazione che riesce a raccogliere sia di particolare importanza per il continuo progresso del settore blockchain in tutte le industrie.

Questa settimana, a Davos, i risultati di un sondaggio del Global Blockchain Business Council hanno rivelato che il 40% degli investitori istituzionali crede che la tecnologia blockchain possa essere l'innovazione più importante dai tempi di Internet.

Qualche mese fa, il WEF ha identificato più di 65 casi in cui la tecnologia blockchain potrebbe risolvere le sfide ambientali "più urgenti".