Nel fine settimana, il rialzo di Bitcoin si è bloccato non appena Joe Biden è stato annunciato come vincitore previsto delle elezioni presidenziali 2020 negli Stati Uniti, portando il prezzo a scivolare da 15.500$ a 14.400$.

Tuttavia, Bitcoin continua a dimostrare la propria forza con un altro tentativo di superare la resistenza finale a 16.000$.

Questa zona rappresenta l’ultimo importante ostacolo prima di una potenziale corsa verso un nuovo massimo storico. Tuttavia, un pullback sta diventando sempre più probabile, come suggerisce il Fear & Greed Index attualmente a livelli simili al picco raggiunto nell’estate del 2019.

Il livello dei 16.000$ è probabilmente una forte resistenza

Grafico settimanale di BTC/USD. Fonte: TradingView

Il grafico settimanale di Bitcoin indica il livello dei 16.000$ come la zona di resistenza finale prima di poter saggiare un nuovo massimo storico.

Lo stesso grafico mostra anche livelli di supporto nel caso in cui il prezzo di Bitcoin dovesse iniziare a ritirarsi. Una correzione sarebbe relativamente sana se trasforma resistenze precedenti in nuovi livelli di supporto.

In tal caso, il range compreso tra 11.600$ e 12.000$ sarà da osservare come un potenziale supporto. Una correzione di questa portata si tradurrebbe in un calo di circa il 30% per il prezzo di Bitcoin. Una correzione del 30% è abbastanza normale, ne abbiamo viste diverse durante il ciclo rialzista precedente nel 2017.

"Extreme Greed" simile all’estate 2019

Il Crypto Fear & Greed Index è un indicatore utile per misurare il sentiment di mercato attuale. Durante periodi di estrema depressione, l’indice utilizza il colore rosso per contrassegnare il clima generale.

Al contrario, quando il sentiment di mercato complessivo raggiunge fasi di ottimismo elevate, inclusa l’euforia, il valore segnalato si avvicina al massimo di 100. Attualmente, il numero si trova a 90, “Extreme Greed.” Questo livello è stato raggiunto solo una volta nella storia dell’indicatore, il 27 giugno 2019.

Questa data corrisponde al massimo registrato per l’anno, quando il prezzo di Bitcoin ha toccato i 13.700$ e in seguito ha tracciato una correzione del 50%.

Di conseguenza, diversi indicatori e aree individuano potenziali zone di resistenza, suggerendo che una correzione non dovrebbe sorprendere.

La dominance prosegue il suo rialzo del quarto trimestre

Grafico settimanale della dominance di Bitcoin. Fonte: TradingView

La dominance di Bitcoin continua la sua scalata, come sempre avviene nel quarto trimestre dell’anno.

Storicamente, la dominance di Bitcoin raggiunge un massimo a dicembre, seguito da un primo trimestre eccellente per le altcoin.

In base a questa ricorrenza storica, occorre essere prudenti ancora per un po’ sulle altcoin, nonostante il lieve relief rally degli ultimi giorni. Se Bitcoin decide di consolidarsi in prossimità della zona tra 11.600$ e 12.000$, è quasi impossibile che le altcoin si muovano in direzione opposta a BTC.

In questa prospettiva, Bitcoin deve stabilire una struttura limitata in un range prima che le altcoin abbiano spazio per recuperare il terreno perduto.

Qual è la prossima mossa per il prezzo di Bitcoin?

Grafico settimanale di BTC/USD. Fonte: TradingView

Un periodo correttivo in seguito a questa ondata rialzista sembra essere uno scenario molto probabile. Tale fase riparatrice significherebbe la stabilizzazione e un accumulo naturale per i mercati, invece di una continua crescita parabolica.

Da questo punto di vista, un enorme crollo subito assorbito dai compratori nella stessa candela non è improbabile. Dopodiché, lo scenario ideale per i rialzisti comprenderebbe una continuazione laterale all’interno di un range risultante in compressione e accumulo verso un forte breakout positivo.

Il periodo migliore per anticipare un potenziale aumento delle altcoin sarebbe al termine della correzione di Bitcoin. Storicamente, il momento giusto per aprire posizioni nelle altcoin si presenta nei mesi di dicembre e gennaio. Se la storia dovesse ripetersi, i trader dovrebbero tenere d’occhio un possibile pullback di BTC nelle settimane a venire.

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo appartengono unicamente all’autore e non riflettono necessariamente i punti di vista di Cointelegraph. Ogni investimento e operazione di trading comporta dei rischi. Dovresti condurre una ricerca propria quando prendi una decisione.