Il miliardario fondatore di SoftBank ha perso 130 milioni di dollari investendo in Bitcoin

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal il 23 aprile, Masayoshi Son, famoso miliardario giapponese e fondatore di SoftBank Group, avrebbe perso oltre 130 milioni di dollari investendo in Bitcoin (BTC).

Secondo il rapporto, alcune fonti a conoscenza dei fatti sostengono che Son abbia realizzato l'investimento seguendo un consiglio di Peter Briger, copresidente della società di gestione patrimoniale Fortress Investment Group.

Fortress Investment avrebbe investito in bitcoin nel 2013: quando SoftBank ha acquistato Fortress nel febbraio del 2017, i suoi asset (criptovalute incluse) avevano un valore superiore ai 150 milioni. Tuttavia, Son avrebbe investito nella moneta alla fine del 2017 (quando il suo valore ha toccato il massimo storico di 20.000$) e venduto nei primi mesi del 2018, dopo il crollo dei prezzi.

Bloomberg stima che il patrimonio netto di Masayoshi sia di 18,8 miliardi di dollari, con una crescita di oltre il 54% nell'ultimo anno. Il gruppo SoftBank, dal canto suo, vanta un fatturato annuo di 6,3 miliardi di dollari. Nel settembre del 2018, Cointelegraph ha segnalato che la società stava sviluppando un servizio di pagamenti mobile cross-carrier basato su blockchain.

Anche il co-fondatore di Apple Steve Wozniak, il cui patrimonio netto supera i 100 milioni di dollari, ha ammesso di aver investito in bitcoin. Tuttavia, come riportato a gennaio, ha dichiarato di aver venduto tutto il suo BTC quando il prezzo raggiunse 20.000$ a dicembre 2017.