Comunicati Stampa

Bridge Oracle lancerà servizi sul suo mainnet che consentiranno agli utenti di implementare DApp nel mondo reale sul network Tron.

1 marzo 2021 — Bridge Oracle è lieto di annunciare il lancio imminente dei suoi servizi mainnet. Il mainnet consentirà agli utenti di implementare applicazioni decentralizzate connesse al mondo reale usando Bridge Oracle sul network di Tron.

Il lancio di un mainnet è sempre una pietra miliare per qualsiasi progetto blockchain, in quanto indica ufficialmente che la piattaforma blockchain è aperta al pubblico generale e pronta per l’adattamento di massa. Un progetto blockchain lancia i suoi servizi mainnet quando decide di espandere il suo prodotto ufficiale nel mercato, rilasciandolo per operazioni e produzione in tempo reale.

Un portavoce di Bridge Oracle ha affermato:

“È emozionante annunciare il lancio dei nostri servizi sul mainnet. Aspettiamo questo momento da molto tempo, e vederlo finalmente arrivare è davvero speciale. Il lancio del nostro mainnet consentirà di implementare DApp collegate al mondo reale usando Bridge Oracle sul network di Tron. È giunto il momento di iniziare le preparazioni creando DApp sui testnet Shasta e Nile. Presto forniremo altri aggiornamenti.”

Bridge Oracle è il primo sistema di oracoli pubblici sul network di Tron. Gli smart contract incorporati nelle piattaforme blockchain come Tron sono progettati per aiutare a creare DApp e organizzazioni automatizzate decentralizzate che potrebbero ridefinire in meglio le aziende di tutto il mondo. Per far ciò, gli smart contract hanno bisogno di dati dal mondo reale, un procedimento complicato considerando che i protocolli di consenso delle blockchain impediscono la connessione con fonti di dati off-chain o esterne. Tron è stato ostacolato da questo problema di connettività per molto tempo, vista l’assenza di un oracolo. È qui che Bridge Oracle viene in soccorso di Tron, in quanto gli oracoli sono progettati per collegare le blockchain a dati esterni e introdurre informazioni del mondo reale negli smart contract.

Bridge Oracle è un progetto open-source, e ora tutti i dettagli sono pubblici. Una caratteristica fondamentale del sistema di oracoli è la possibilità di accedere a dati del mondo reale attraverso varie forme di API, oltre a parsing helper, come XLM, JSON e HTML. Inoltre, consente di aggiungere fonti di dati varie come Random, WolframAlpha, BTFS e così via. Bridge Oracle rende possibile l’introduzione di molteplici forme di prove per verificare l’autenticità dei dati trasmessi agli smart contract su Tron.

Come spiegato dal portavoce, l’ecosistema di Bridge Oracle comprende vari contratti API, e ciascuno presenta una funzionalità speciale. Uno di questi è un contratto API enterprise dedicato alle compagnie che vogliono vendere dati in cambio di token BRG. Gli altri due sono un contratto API pubblico e un contratto API decentralizzato.

Proseguendo, il portavoce ha sottolineato la caratteristica “pubblica” di Bridge Oracle, che offrirà migliori opportunità alle piccole imprese per l’integrazione sulla blockchain di Tron.

“Abbiamo visto come le grandi corporazioni hanno tratto vantaggio da sistemi di oracoli dedicati. Tuttavia, i sistemi dedicati richiedono un’infrastruttura robusta e costosa, che diventa un limite per le piccole imprese. La funzione ‘pubblica’ di Bridge Oracle è progettata specificamente per rimuovere questi ostacoli e offrire alle piccole attività un ambiente completo ed economico in cui implementare servizi sulla blockchain di Tron. Mentre le piccole imprese prendono più piede rispetto alle grandi corporazioni globali, un oracolo pubblico come Bridge Oracle arriva al momento opportuno, e l’imminente lancio del mainnet trasformerà finalmente questa visione in realtà.”

Per maggiori informazioni, visita https://bridge.link/.

Questo è un comunicato stampa sponsorizzato Cointelegraph non sostiene, non è responsabile per e non si prendere carico di contenuti, esattezza, qualità, pubblicità, prodotti o altro materiale presente su questa pagina. I lettori sono tenuti ad effettuare le proprie ricerche prima di portare a termine qualsiasi azione relativa alla compagnia. Cointelegraph non può essere tenuto responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata da, connessa a o dipendente dall’utilizzo di qualunque contenuto, bene o servizio menzionato all’interno dei comunicati stampa.

Notizie correlate

Cointelegraph sbarca in Italia

Matteo Vena
2018-02-08T14:37:05+00:00
12964

Binance Launchpad gestirà la vendita di due nuovi token: BitTorrent e Fetch.AI

Alessio Marino
2019-01-03T13:55:00+00:00
841

Binance abilita l'acquisto di alcune criptovalute con carte di credito Visa e MasterCard

Alessio Marino
2019-01-31T12:00:00+00:00
707

Binance Labs annuncia il progetto Fellowship, finanzierà lo sviluppo di tre progetti open-source

Alessio Marino
2019-04-12T08:30:00+01:00

Bitfinex rimuove 87 coppie di trading per migliorare la liquidità

Felipe Erazo
2020-03-21T10:14:26+00:00

La realtà aumentata arriva sugli NFT con OVR

Cointelegraph Italia
2020-11-25T11:00:00+00:00

Seguici su Twitter