Soltanto il 2,7% dei pensionati statunitensi possiede Bitcoin, svela un sondaggio

Una piccolissima percentuale dei pensionati statunitensi possiede Bitcoin (BTC): lo rivela un resoconto recentemente pubblicato sul periodico d'economia Gold IRA Guide. Questo mese la redazione della rivista ha infatti chiesto a 1.000 pensionati americani, di età superiore ai 50 anni, quale fosse il loro parere sulla principale criptovaluta.

Il 56,7% ha risposto di essere a conoscenza di Bitcoin, ma di non voler investire in questo mercato. Soltanto il 2,7% ha affermato di possedere la moneta. Circa il 3,5% dei partecipanti al sondaggio ha dichiarato di voler investire in Bitcoin, ma di non sapere come fare. Il 4,5% ha espresso interesse nella criptovaluta, ma per il momento preferisce studiare il settore dall'esterno.

Infine, il 32,9% dei pensionati statunitensi ammette di non avere idea di cosa sia Bitcoin.

American retirees about investing in bitcoin

Opinione dei pensionati americani sugli investimenti in Bitcoin. Fonte: Gold IRA Guide

Questo mese, un'indagine pubblicata Russian Public Opinion Research Center (VTsIOM) ha svelato che soltanto il 2% dei cittadini russi ha investito in Bitcoin. Due terzi del paese considera inoltre la principale criptovaluta "un cattivo investimento."

Sempre ad aprile, le riviste specializzate Global Custodian e The Trade Crypto hanno svelato i risultati di un sondaggio condotto nel corso del quarto trimestre dello scorso anno, scoprendo che il 94% dei fondi di dotazione ha effettuato investimenti nel settore delle criptovalute