Secondo Steve Wozniak, cofondatore di Apple, al momento la blockchain è soltanto una bolla

Stando a quanto riportato in data 26 giugno da CNBC, il cofondatore di Apple Steve Wozniak crede che al momento la blockchain sia una bolla simile a quella dell'era dot-com, ma potrebbe avere del potenziale in futuro.

Durante la conferenza NEX di New York, Wozniak ha spiegato che durante l'era del dot-com si era venuto a creare un simile entusiamo attorno a numerose compagnie che non hanno poi mantenuto le proprie promesse:

"Si è trattata di una bolla, e ho la stessa sensazione riguardo alla blockchain".

Nonostante secondo Wozniak la blockchain sia un sistema "decentralizzato e totalmente affidabile", potrebbe "volerci un po" prima che il suo vero potenziale si realizzi:

"Le cose non cambiano in un giorno. Esistono molte ottime idee per progetti blockchain, che rischiano di bruciare la propria opportunità a causa di una pessima preparazione per il lungo periodo".

L'uomo aveva espresso un parere simile riguardo al potenziale della blockchain e delle criptovalute anche lo scorso mese, durante il suo discorso d'apertura al WeAreDevelopers World Congress 2018 di Vienna, in Austria. Al tempo aveva inoltre comparato la piattaforma Ethereum ad Apple, affermando che potrebbe diventare un giorno altrettanto influente.

Il principale vantaggio della rete Ethereum (ETH), spiega Wozniak, è proprio la versatilità della sua piattaforma, che permette agli sviluppatori di realizzare facilmente applicazioni decentralizzate.

Durante la conferenza Money 20/20 del 4 giugno, l'uomo aveva invece definito il Bitcoin "l'unico vero oro digitale", riaffermando ancora una volta la sua fiducia in questo settore.