Facebook annuncia il lancio di un nuovo sistema di pagamento: Facebook Pay

Mentre gli organi di regolamentazione di tutto il mondo tentano in ogni modo di ostacolare il lancio della criptovaluta Libra, Facebook ha annunciato un nuovo sistema di pagamento basato sul denaro tradizionale: Facebook Pay.

"Offrire alle persone di tutto il mondo la possibilità di acquistare e vendere oggetti online"

Nel corso della giornata di ieri il colosso dei social media ha annunciato l'introduzione di Facebook Pay, un nuovo sistema di pagamento progettato per agevolare i pagamenti su Facebook, Messenger, Instagram e WhatsApp. Deborah Liu, Vice President, Marketplace & Commerce di Facebook, ha commentato riguardo all'iniziativa:

"Le persone fanno già uso di pagamenti all'interno delle nostre applicazioni per fare acquisti, donare a cause benefiche e inviare reciprocamente denaro. Facebook Pay mira a semplificare queste transazioni, garantendo al tempo stesso che le informazioni di pagamento rimangano sicure e protette."

Per evitare ulteriori controlli da parte dei regolatori, la compagnia sottolinea che Facebook Pay "si basa su infrastrutture finanziarie e partnership già esistenti". Al tempo stesso Facebook specifica che il nuovo servizio di pagamento verrà mantenuto del tutto separato dal network di Libra e dal relativo wallet Calibra.

Facebook Pay verrà lanciato questa settimana su Messenger e Facebook, inizialmente soltanto negli Stati Uniti. La nuova funzione, spiega l'azienda, permetterà agli utenti di "partecipare a raccolte fondi, effettuare acquisti nei giochi, acquistare biglietti per eventi, portare a termine pagamenti person-to-person su Messenger, nonché comprare prodotti su Facebook Marketplace da pagine e business selezionati."

Facebook conclude il proprio annuncio sostenendo che il principale obiettivo di questa iniziativa è quella di "promuovere la crescita delle imprese e offrire alle persone di tutto il mondo la possibilità di acquistare e vendere oggetti online."

Esodo dalla Libra Association

Lo scorso mese, la Libra Association ha perso sette importanti partner: PayPal, Visa, Mastercard, Stripe, eBay, Mercado Pago e Booking hanno infatti deciso di abbandonare il progetto, a causa delle forti pressioni da parte degli organi di regolamentazione.

Ciononostante Alfred F. Kelly, CEO di Visa, ha successivamente svelato che la compagnia sta ancora trattando con Facebook in merito al progetto Libra:

"Essendo una società curiosa e aperta - e vista la leadership che abbiamo nell'ecosistema dei pagamenti - vogliamo partecipare in ogni iniziativa nel settore dei pagamenti fino a quando non raggiungeremo il punto in cui riteniamo che il nostro impegno non sia più positivo."