Dopo il recente crollo dei mercati, oggi le criptovalute hanno ottenuto una leggera ripresa. Soltanto Bitcoin Cash (BCH) si muove nella direzione opposta, attualmente in rosso di oltre il 5% rispetto alla giornata di ieri.

Grafico del mercato. Fonte: Coin360

La turbolenza causata dalla controversa hard fork di BCH, avvenuta in data 15 novembre, sembra essersi affievolita. Al momento Bitcoin (BTC) mostra infatti una ripresa del 2,37% ed un valore di 5.617$.

Nelle ore precedenti alla hard fork, la principale criptovaluta aveva ottenuto un forte ribasso, raggiungendo un minimo di 5.146$ secondo i dati raccolti dall'Indice dei Prezzi di Cointelegraph, Coin360, CoinMarketCap e Bitcointicker.

Tuttavia una correzione completa, ha affermato un'analista, potrebbe richiedere "settimane se non addirittura mesi".

Grafico settimanale del Bitcoin. Fonte: Bitcoin Price Index di Cointelegraph

Al contrario, Bitcoin Cash non è riuscito a sfruttare questa leggera ripresa del mercato: è infatti l'unica criptovaluta fra le prime venti ad aver ottenuto un risultato negativo. Nel medesimo arco di tempo anche i movimenti di Binance Coin (BNB) e Neo (NEO) sono rimasti perlopiù piatti.

Ethereum (ETH), precedentemente alla seconda posizione per capitalizzazione di mercato, ha invece ceduto il posto a Ripple (XRP), nonostante entrambe le monete siano in verde, rispettivamente del 2,20% e 5,47%. Attualmente il divario in termini di capitalizzazione fra le due valute è di oltre 600.000$,

Grafico settimanale di Ethereum. Fonte: Ethereum Price Index di Cointelegraph

Ottime prestazioni per Stellar (XMR), attualmente in ripresa dell'8,27%.

Al momento della stesura di questo articolo, la capitalizzazione complessiva del mercato è di 184 miliardi di dollari, in rialzo rispetto al minimo infrasettimanale di 176 miliardi.

Grafico settimanale della capitalizzazione complessiva di mercato. Fonte: CoinMarketCap