Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Ripple, Stellar, Litecoin, Cardano, NEO, EOS: Analisi dei prezzi, 21 marzo

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Il G20 considera le criptovalute un rischio, ha affermato il Governatore della Banca d'Italia, ma il consenso generale è che non dovrebbero essere bandite. Dopo giorni di brutte notizie, finalmente commenti positivi per il mercato delle valute digitali. Guidate dal Bitcoin, gran parte delle monete stanno ora tentando una risalita dei recenti cali.

Il crollo delle criptovalute dai massimi di dicembre ha spaventato gli investitori alle prime armi: quando la situazione cambierà, è probabile che nuovi fondi entreranno nuovamente nei mercati.

Un recente sondaggio di Finder.com mostra che appena l'8% degli americani possiede criptovalute, mentre un altro 8% pianifica di acquistarle in futuro. Con il 92% dei fondi della popolazione ancora non sfruttato, il mercato gode di ottimi margini di crescita. Paura e scetticismo sono ancora forti, specialmente dopo la recente volatilità: tuttavia, con una buona pianificazione da parte dei trader, è possibile ridurre i rischi al minimo.

Diamo pertanto un'occhiata agli ultimi sviluppi delle principali criptovalute.

BTC/USD

Il Bitcoin ha superato il canale discendente in data 20 marzo, un chiaro segno rialzista. Il medesimo evento si era verificato anche il 2 marzo, ma la valuta non ha retto i livelli più alti. Tuttavia in appena sei giorni il prezzo è tornato all'interno del canale: accadrà nuovamente la stessa cosa?

BTC/USD

Poco sopra la linea di resistenza del canale discendente troviamo le resistenze rappresentate dalla EMA a 20 giorni e dalla SMA a 50 giorni. Ci aspettiamo che i ribassisti difendano con tenacia quest'area, in quanto una volta superata è probabile che la coppia BTC/USD impenni fino a 12.172$.

Il prossimo calo attorno a quota 8.800$ dovrebbe offrire ai trader un'ottima opportunità d'ingresso. Dovrebbero acquistare il 50% delle assegnazioni desiderate a circa 8.800$, con uno stop loss a 7.600$. Il resto della posizione può essere aggiunto una volta che la criptovaluta avrà superato entrambe le medie mobili.

Il target è un movimento verso l'alto verso 12.000$.

ETH/USD

Ethereum sta provando a uscire dal canale discendente (indicato con il 2 nel grafico) e a superare la resistenza orizzontale superiore a 565,54$. Se ci riuscirà, assisteremo ad una corsa fino all’EMA a 20 giorni, a 650$, dove il prezzo subirà probabilmente le vendite dei ribassisti. 

ETH/USD

Sopra l’EMA a 20 giorni, la linea di resistenza del canale discendente e la SMA a 50 giorni rappresentano altri due livelli di resistenza significativi.

I trader più aggressivi possono piazzare ordini di acquisto se il prezzo chiuderà sopra i 575$ (intervalli di tempo UTC). Lo stop loss iniziale può essere impostato a 500$. Se la criptovaluta dovesse faticare a superare i 600$, potrete chiudere le posizioni.

Al contrario, in caso di discesa sotto i 565$, la coppia ETH/USD diventerà debole ed il prezzo potrebbe testare nuovamente i recenti minimi.

BCH/USD

Il Bitcoin Cash ha rotto la downtrend line e sta provando a superare l’EMA a 20 giorni. Ci sono parecchie resistenze tra i 1.100$ e i 1.200$.

BCH/USD

Attualmente la criptovaluta è ancora in calo, in quanto entrambe le medie mobili sono in discesa ed il prezzo è al disotto di esse. Quando la coppia BCH/USD troverà supporto sopra i 1.200$, possiamo aspettarci un certo interesse da parte dei compratori, ed una conseguente mossa fino a 1.600$. Prima di consigliare un trade, consigliamo di aspettare che il Bitcoin Cash superi la SMA a 50 giorni.

D’altra parte, in caso di crollo, le soglie di 980$ e 880$ fungeranno da forte supporto.  

XRP/USD

Nella nostra precedente analisi avevamo consigliamo una posizione long su Ripple a 0,71$. Giorno 19 marzo la nostra posizione si è attivata. Lo stop loss del trade è impostato a 0,53$, al disotto dei minimi del 18 marzo.

XRP/USD

Il 20 marzo la coppia XRP/USD ha formato un pattern inside day. Il range si è ristretto ulteriormente ieri, 21 marzo, mostrando forte indecisione tra rialzisti e ribassisti. 

Se il consolidamento degli ultimi giorni porterà il prezzo sopra i 0,73$, i rialzisti potrebbero guadagnare terreno.

D’altra parte, i ribassisti causeranno una forte resistenza nella zona tra l’EMA a 20 giorni e la SMA a 50 giorni. Una volta che il prezzo avrà superato i livelli di 0,9$, la criptovaluta dovrebbe salire fino a 1,1$ e successivamente nella parte alta del range di 1,2$.

Nel caso in cui il prezzo non riuscisse a superare nessuna delle resistenze sopracitate, dovremo prestare molta attenzione alle nostre posizioni.

XLM/USD

Lo Stellar è risalito dal minimo di 0,2$ fino all’EMA a 20 giorni. Allo stesso tempo, il prezzo ha superato la downtrend line, evento che conferma l’indebolimento del momento negativo.

XLM/USD

I ribassisti proveranno comunque a difendere l’EMA a 20 giorni. Se i rialzisti acquisteranno durante il conseguente calo, intorno a 0,23$, avremo la possibilità di aprire posizioni long. Consigliamo un trade aggressivo sulla coppia XLM/USD in quanto l’EMA a 20 giorni, la linea di resistenza del canale discendente e la SMA a 50 giorni non hanno rappresentato, in passato, una forte resistenza.

La posizione può essere chiusa se la chiusura giornaliera (UTC) sarà inferiore a 0,18$. D’altra parte, possiamo aspettarci una corsa fino a 0,35$. Se il prezzo supererà questo livello, non possiamo escludere una mossa fino a 0,47$.

LTC/USD

Il Litecoin sembra molto forte, in quanto ha superato egregiamente i minimi di 144,544$. Ha inoltre superato la linea di downtrend, altro segno positivo. La ripresa corrente potrebbe incontrare una forte resistenza tra la EMA a 20 giorni e 187$. Dovremmo aspettare il prossimo calo per aprire posizioni long.

LTC/USD

Troviamo la formazione di un grosso triangolo simmetrico per la coppia LTC/USD, che porterà il valore della valuta sopra quota 205$. Nonostante il nostro target sia molto più in alto, è possibile effettuare dei trade in attesa di movimenti verso 240$ e successivamente 300$.

In questo momento si stanno sviluppando due possibilità: acquistare durante i cali attorno a 165$ con uno stop loss a 142$, oppure attendere il breakout sopra i 205$ ed aprire posizioni long con stop loss a 180$.

ADA/BTC

Il Cardano ha superato la linea di downtrend per la prima volta da gennaio di quest'anno. Si tratta di un importante sviluppo, che mostra come il trend stia cambiando.

ADA/BTC

Al momento la coppia ADA/BTC sta affrontando una resistenza a 0,00002460$. Quando i rialzisti riusciranno a superare tale livello, è possibile un movimento fino a 0,000035$.

Pertanto, suggeriamo posizioni long se il prezzo dovesse mantenersi sopra quota 0,000025$ per almeno quattro ore. Lo stop loss può essere mantenuto a 0,000016$.

NEO/USD

NEO ha goduto di una forte impennata, dopo i recenti minimi di 49,04$. Questo mostra che i mercati hanno rifiutato il crollo ed il raggiungimento dei livelli inferiori. Ci aspettiamo una forte resistenza a quota 86$.

NEO/USD

Se la coppia NEO/USD dovesse trovare supporto a 65$ durante il prossimo calo, segnalerebbe la formazione di un fondo e permetterebbe l'acquisto con stop loss a 48$.

Ma se il prezzo continuerà a marciare verso l'alto, allora 90$ sarà un buon livello per aprire posizioni long con uno stop loss iniziale a 70$, che può essere incrementato in futuro se necessario. Il nostro primo target è un movimento verso 115$, dove la valuta incontrerà una forte resistenza. Ma se NEO dovesse superare quota 120$, è probabile che il prezzo della valutà verrà spinto fino a 140$.

EOS/USD

Abbiamo assistito ad un forte rialzo da parte di EOS dai suoi minimi do 3,87$. Da due giorni a questa parte sta affrontando una resistenza alla EMA a 20 giorni, ma non ha ceduto molto terreno, un segno decisamente positivo.

EOS/USD

Se la coppia EOS/USD dovesse raggiungere quota 6,3$, si sposterebbe al di sopra della linea di resistenza del canale discendente.

Già in due occasioni i prezzi sono scesi dopo aver incontrato la linea del canale: rappresenta pertanto una forte resistenza. Al momento non troviamo buone opportunità d'acquisto, e sconsigliamo di effettuare trade con questa valuta.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.