Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Stellar, Litecoin, Cardano, Monero, IOTA: Analisi dei prezzi, 22 agosto

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Il 21 agosto, alle ore 01:00 UTC, i prezzi dei Bitcoin sono aumentati, superando la resistenza a quota 6.617,5$. Entro 20 minuti, il Bitcoin è passato da 6.459,5 a 6.827,5$, superando 6.888,32$, un'ora più tardi.

Il rialzo ha coinciso con la manutenzione programmata su BitMEX e sembra essere stato un trade a breve termine. Tuttavia, un breakout sopra 6,.617,5$ potrebbe aver attivato stop nelle posizioni short che avevano raggiunto un picco quadrimestrale il 21 agosto. Tuttavia, è ancora troppo presto per confermare se la tendenza è cambiata o meno.

I gemelli Winklevoss hanno fondato un'organizzazione di autoregolamentazione, la Virtual Commodity Association. Attualmente, ha quattro membri, che si incontreranno a settembre per stabilire le regole e le linee guida dell'associazione.

Questo è un altro passo positivo che potrebbe placare alcune delle apprensioni della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti in merito a un exchange traded fund sul Bitcoin (ETF). Due proposte di ETF sul Bitcoin verranno esaminate questa settimana, mentre altre a settembre. Il giudizio della SEC deciderà la prossima tendenza a breve termine per le criptovalute.

È tempo di aprire posizioni long? O meglio attendere ancora? Scopriamolo.

BTC/USD

Il 21 agosto, i ribassisti hanno tentato di affondare il Bitcoin, ma i rialzisti hanno acquistato durante il calo a 6.000$, il che è un segnale positivo. Oggi, il superamento della resistenza a 6,617.5$ ha comportato un picco di 6.888,32$, che ha attivato il trade proposto nella nostra analisi precedente, a 6.750$. Tuttavia, i rialzisti non sono riusciti a mantenere tali livelli.

BTC/USD

I ribassisti hanno spinto i prezzi al di sotto del supporto critico a 6.617,5$. Questo dimostra che gli short seller stanno sfruttando ogni aumento a breve termine. La coppia BTC/USD potrebbe essere range bound per qualche altra giornata. I ribassisti riproveranno ad abbattere la zona di supporto 5.900$ - 6.000$ nei prossimi giorni. Se dovessero riuscirci, la nostra ipotesi di intervallo verrà invalidata.

Quota 6.617,5$ è il livello critico a cui prestare attenzione, perché la linea di downtrend del triangolo discendente, la resistenza orizzontale e l'EMA a 20 giorni convergono tutti a questo punto. Se i prezzi si mantengono al di sopra di questo livello, è probabile che i rialzisti riprovino a superare la SMA a 50 giorni.

Suggeriamo ai trader di mantenere le loro posizioni long con stop loss a 5.900$. È possibile aggiungere il restante 50% delle posizioni quando la criptovaluta avrà superato i 7.000$.  

ETH/USD

Ethereum è in un downtrend, ed entrambe le medie mobili puntano verso il basso. Sta facendo fatica persino a ritornare all'EMA a 20 giorni, il che è un segnale ribassista.

ETH/USD

Se i ribassisti dovessero riuscire a trascinare la criptovaluta sotto la zona di supporto di 249,93$ - 269,78$, la coppia ETH/USD potrebbe scendere a 200$.

Invece, superando l'EMA a 20 giorni potrebbe partire un rally a 358$, che sarà però una forte resistenza. La coppia non supera la SMA a 50 giorni dal 24 maggio di quest'anno, quindi, se dovesse farlo nei prossimi giorni, ci sarà un'inversione di trend.

Consigliamo di attendere la formazione di una configurazione di acquisto prima di aprire eventuali posizioni long.

XRP/USD

Il pullback di Ripple sta affrontando una resistenza all'EMA a 20 giorni, e i rialzisti stanno lottando per mantenersi al di sopra della media mobile. Se questo livello viene superato, i rialzisti risentiranno nuovamente della pressione di vendita in prossimità della linea di downtrend 2 e della SMA a 50 giorni.

XRP/USD

Una volta che i rialzisti avranno superato la SMA a 50 giorni, la coppia XRP/USD potrebbe salire fino a 0,5$, dove dovrà affrontare nuovamente la resistenza dalla linea di downtrend 1.

I rialzisti stanno difendendo il livello di 0,31$. In caso di breakdown, potrebbe verificarsi prima un calo a 0,27255$ e successivamente un nuovo test del minimo di 0,24508$.

Aspetteremo più acquisti prima di avere vedute rialziste su questa coppia.

BCH/USD

Bitcoin Cash è stata scambiata tra i 500$ e l'EMA a 20 giorni dal 15 agosto. Se i ribassisti dovessero affondare i prezzi sotto quota 500$, è probabile che si verifichi un nuovo test del supporto a 473,9060$.

BCH/USD

Invece, se i rialzisti riusciranno a superare l'EMA a 20 giorni, potremmo assistere ad una risalita verso la linea di downtrend. Diventeremo positivi se la coppia BCH/USD si manterrà al di sopra della linea di downtrend per un paio di giorni.

Fino ad allora, meglio non effettuare trade.

EOS/USD

EOS ha superato la linea di downtrend, ma non è riuscita a superare l'EMA a 20 giorni. I ribassisti hanno nuovamente spinto i prezzi sotto la linea di downtrend. Il prossimo supporto è nella zona 3,8723$ -  4,1778$

EOS/USD

La coppia EOS/USD non supera la SMA a 50 giorni dal 10 giugno. Quindi, è probabile che agisca come una forte resistenza. Una volta che i rialzisti raggiungeranno tale livello potrebbe verificarsi un'impennata a 9$, e successivamente a 11,6$.

Il suggerimento da noi dato nell'analisi precedente è stato annullato. Dovremo aspettare che il prezzo superi la SMA a 50 giorni prima di proporre eventuali trade.

XLM/USD

Sebbene i rialzisti siano riusciti a difendere la linea di supporto a lungo termine a 0,184$, non sono stati in grado di spingere Stellar oltre 0,25$ dal 5 agosto.

XLM/USD

Di solito, la coppia XLM/USD si consolida vicino al bottom del range prima di intraprendere una mossa rialzista. Crediamo che si stia sviluppando un setup simile anche questa volta.

Le probabilità di un eventuale impennata aumenteranno se i rialzisti porteranno i prezzi sopra quota 0,25$. Pertanto, manteniamo valida la proposta fatta il 15 agosto. La nostra ipotesi verrà annullata se i ribassisti trascineranno la criptovaluta al di sotto del supporto critico di 0,184$.

LTC/USD

Litecoin si è consolidata in un range ristretto tra 49,318$ - 62,319$ dal 10 agosto. Entrambe le medie mobili sono ancora in calo, indice che i ribassisti sono ancora in vantaggio.

LTC/USD

Un breakout dall'intervallo si tradurrà in un rally verso la linea di downtrend, che si trova appena sopra la SMA a 50 giorni. Ci aspettiamo una forte resistenza a quel livello. Il primo segno di un cambio di trend si avrà quando la coppia LTC/USD si manterrà al di sopra della linea di downtrend.

Se i ribassisti dovessero invece provocare un breakdown dall'intervallo, il calo potrebbe estendersi fino a 40$. Poiché nel 2018 la valuta virtuale è stata in un forte downtrend, dovremo aspettare che si formi un pattern di bottoming prima di considerare eventuali posizioni long.

ADA/USD

Cardano non riesce a superare la resistenza a quota 0,111843$. Negli ultimi otto giorni, è rimasta bloccata tra 0,083192$ e 0,112598$.

ADA/USD

Se i rialzisti supereranno l'EMA a 20 giorni e la soglia degli 0,111843$, è probabile che si verifichi un rally verso la linea di downtrend, dove la criptovaluta potrebbe incontrare una forte resistenza. Se poi i rialzisti riusciranno a mantenere la criptovaluta sopra 0,15$, potrebbe partire un'inversione di trend.

Invece, se i ribassisti dovessero affondare la coppia ADA/USD sotto 0,083192$, essa potrebbe finire a quota 0,078$.

Attenderemo un cambio di trend prima di consigliare posizioni long.

XMR/USD

Negli ultimi cinque giorni Monero si è trovata vicino all'EMA a 20 giorni, il che è un segnale positivo. Se i rialzisti riescono a superare la prossima resistenza, potrebbe partire un rally verso la SMA a 50 giorni, che si trova vicino alla trendline a lungo termine.XMR/USD

Se la coppia XMR/USD dovesse invece scendere sotto 91$, potrebbe verificarsi un nuovo test dei minimi a 76,074$. Sebbene la tendenza rimanga negativa, l'appiattimento della SMA a 50 giorni fa pensare ad una probabile azione range bound.

Avremo opinioni positive sulla criptovaluta quando essa avrà superato la linea di downtrend a 120$. Non troviamo alcuna configurazione di acquisto affidabile ai livelli attuali, quindi suggeriamo di non aprire posizioni.

IOTA/USD

Negli ultimi cinque giorni, IOTA si è consolidata in un range ristretto compreso tra 0,4628$ - 0,5750$. Anche l'EMA a 20 giorni si trova appena sopra l'intervallo.

IOTA/USD

Un superamento dell'EMA a 20 giorni potrebbe far partire un rally verso la SMA a 50 giorni, che è vicina a quota 0,85$. È una buona opportunità per un rapido trade a breve termine.

È possibile acquistare la coppia IOTA/USD in caso di chiusura sopra 0,58$, impostando lo stop loss a 0,46$. I primi profitti possono essere incassati a 0,82$ - 0,85$. Prevediamo una forte resistenza a quota 0,9150$. 

Se la valuta virtuale dovesse scendere sotto 0,4628$, potrebbe scivolare ai minimi del 14 agosto a 0,4037$.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.