Bitcoin, Ripple, Ethereum, Bitcoin Cash, EOS, Stellar, Litecoin, TRON, Bitcoin SV, Cardano: Analisi dei prezzi, 21 gennaio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Secondo Marcus Hughes, consulente del popolare exchange di criptovalute Coinbase, Bitcoin (BTC) otterrà un notevole sviluppo nei prossimi due anni. L'uomo è certo che nel 2019 l'Unione Europea svilupperà una struttura normativa più trasparente: quando le nuove normative entreranno in vigore, le grandi banche introdurranno i propri fondi nel settore.

L'imprenditore britannico Alistair Milne ha invece previsto che in futuro Bitcoin supererà il proprio massimo storico, in quanto l'attuale tasso d'adozione della criptovaluta è ancora relativamente ridotto. Anche Changpeng Zhao, CEO di Binance, crede che assisteremo presto a considerevoli sviluppi nell'industria delle monete digitali, che porteranno ad un forte incremento dei prezzi.

Gli esperti hanno espresso ottimismo: è il momento giusto per comprare? Scopriamolo dando un'occhiata ai grafici.

BTC/USD

Sin dal 10 gennaio Bitcoin (BTC) viene scambiato al di sotto delle medie mobili. I tentativi dei rialzisti di spingere il prezzo verso l'alto hanno incontrato un muro di vendite alle medie mobili: si tratta di un segnale ribassista.

Per il momento la criptovaluta non ha registrato massimi e minimi più alti: un simile movimento indicherebbe una probabile inversione del trend.

BTC

Se i ribassisti riuscissero a spingere il valore della moneta sotto i 3.236,09$, verrebbe invece confermato il proseguimento del downtrend.

Il primo segnale rialzista sarà il superamento della downtrend line da parte della coppia BTC/USD. La ripresa diverrà più forte una volta oltrepassato il muro dei 4.255$. Fino ad allora, consigliamo di vendere qualsiasi movimento verso la resistenza.

Potremmo suggerire l'apertura di posizioni long attorno a quota 3.236,09$, nel caso in cui il prezzo ottenesse un'impennata a partire da questo supporto, in quanto indicherebbe la presenza di un forte desiderio d'acquisto ai livelli inferiori. Un'altra buona opportunità d'acquisto sarebbe il superamento della resistenza a 4.255$. Per il momento i trader dovrebbero rimanere in disparte e attendere ulteriori sviluppi.

XRP/USD

Sin dall'11 gennaio Ripple (XRP) viene scambiato all'interno di un range ristretto, ma è improbabile che simili movimenti durino ancora a lungo. Nei prossimi giorni assisteremo ad un breakout o breakdown da tale intervallo.

XRP

Le medie mobili sono in calo e l'RSI è negativo, confermando il vantaggio dei venditori. Nel caso in cui i ribassisti riuscissero a spingere la coppia XRP/USD al di sotto del range, il prezzo potrebbe scivolare fino a 0,27795$.

D'altra parte, se i rialzisti riuscissero a superare le medie mobili e la downtrend line, la criptovaluta potrebbe raggiungere quota 0,4$. Attenderemo la formazione di configurazioni d'acquisto prima di consigliare il trading di questa moneta.

ETH/USD

Ethereum (ETH) è crollato fino al supporto a 116,3$, ma i ribassisti non sono riusciti a mantenere la criptovaluta a quel livello: un improvviso slancio verso l'alto ha riportato il prezzo al di sopra della support line.

ETH

Se la coppia ETH/USD non dovesse trovare acquirenti ai livelli più alti, invertendo la propria direzione, la moneta potrebbe scivolare a 107,51$. Se anche questo supporto venisse infranto, potremmo assistere ad un crollo a 83$. La EMA a 20 giorni è in calo e l'RSI è negativo, confermando il vantaggio a breve termine dei ribassisti.

La criptovaluta mostrerà i primi segnali di forza al superamento della resistenza a 134,5$: in tal caso lo slancio verso l'alto potrebbe estendersi fino a 167,32$.

BCH/USD

Da circa dieci giorni Bitcoin Cash (BCH) viene scambiato all'interno di un range ristretto compreso fra 120$ e 137,26$. Sia acquirenti che venditori hanno perso interesse per questa moneta.

BCH

Se i ribassisti riuscissero a spingere il prezzo sotto i 120$, la coppia BCH/USD potrebbe scivolare fino a 100$, e sotto ancora persino testare il minimo a 73,5$. Le medie mobili sono in calo e l'RSI è inferiore ai 40: attualmente il mercato è nelle mani dei ribassisti.

La nostra visione negativa verrebbe invalidata nel caso in cui la moneta superasse entrambe le medie mobili e quota 137,26$. Attenderemo la formazione di configurazioni d'acquisto affidabili prima di suggerire l'apertura di posizioni long. 

EOS/USD

Al momento EOS è range bound fra 2,3093$ e 3,2081$. I ribassisti stanno tentando di ottenere un breakdown dal range, mentre i rialzisti difendono il suo supporto.

EOS

Fra il 13 e il 14 gennaio la coppia EOS/USD aveva ottenuto un rimbalzo dal supporto del range, ma i rialzisti non sono riusciti a superare la EMA a 20 giorni: si tratta di un segnale negativo. Un movimento sotto quota 2,1733$ potrebbe portare ad un crollo prima a 1,7746$, e successivamente a 1,55$

La nostra visione negativa verrebbe invalidata nel caso in cui il prezzo superasse in maniera decisiva quota 2,5840$. In tal caso, un'impennata fino al limite superiore del range, a 3,2081$, diverrebbe possibile. Potremmo pertanto suggerire l'apertura di posizioni long sopra i 2,6$.

XLM/USD

I rialzisti hanno tentato di spingere Stellar (XLM) verso l'alto, ma non sono riusciti a superare la EMA a 20 giorni. Attualmente i ribassisti provano ad ottenere un breakdown dal supporto a 0,10235190$.

XLM

Se dovessero riuscirsi, potremmo assistere ad un crollo fino al minimo annuale a 0,09285498$. Se anche questo livello venisse infranto, il downtrend della coppia XLM/USD riprenderebbe. Entrambe le medie mobili sono in calo e l'RSI è negativo, suggerendo un chiaro vantaggio da parte dei venditori.

Il primo segnale d'inversione del trend sarà il superamento della downtrend line del triangolo simmetrico. La forza della moneta verrebbe inoltre confermata sopra quota 0,13427050$. Attenderemo l'inversione del trend prima di consigliare l'apertura di posizioni long.

LTC/USD

I ribassisti non permettono a Litecoin (LTC) di superare la EMA a 20 giorni, mentre i rialzisti difendono il supporto a 29,349$.

LTC

Se la coppia LTC/USD dovesse scivolare a 29,349$, il declino potrebbe estendersi fino a 27,701$. Sotto tale livello, potremmo assistere ad un crollo fino al minimo annuale di 23,090$. Un breakdown dal minimo annuale porterebbe ad una ripresa del downtrend.

Al contrario, nel caso in cui i rialzisti riuscissero a spingere il prezzo sopra la EMA a 20 giorni, la criptovaluta potrebbe impennare a 36,428$ e sopra ancora a 40,784$. Le medie mobili sono piatte e l'RSI è neutrale, indicando un forte equilibrio fra acquirenti e venditori.

Per il momento i trader dovrebbero mantenere le proprie posizioni long, piazzando lo stop loss a 27,5$.

TRX/USD

La correzione di Tron (TRX) ha raggiunto la EMA a 20 giorni, che potrebbe agire da supporto. Se i ribassisti riuscissero a spingere la moneta sotto tale livello, potremmo assistere ad un un movimento fino a quota 0,02113440$ seguito da un crollo alla SMA a 50 giorni.

TRX

La coppia TRX/USD è range bound sin da agosto dello scorso anno. I tentativi di spingere la moneta al di sotto di tale intervallo non hanno avuto successo, in quanto il prezzo è sempre tornato all'interno del range.

Sono due i possibili sviluppi futuri. I trader potrebbero comprare attorno a 0,0183$, nella speranza che il prezzo raggiunga quota 0,02815521$, oppure procedere con l'acquisto soltanto al superamento di quest'ultimo livello.

Le medie mobili puntano verso l'alto, dimostrando che attualmente il mercato è nelle mani dei rialzisti. La nostra opinione sulla criptovaluta diverrebbe negativa in caso di crollo sotto i 0,0183$.

BSV/USD

Bitcoin SV (BSV) perde gradualmente terreno, mostrando uno scarso supporto d'acquisto ai livell correnti. Sotto i 74,022$, le probabilità di un crollo fino al prossimo supporto a 65,031$ aumenterebbero esponenzialmente.

BSV

La EMA a 20 giorni punta verso il basso e l'RSI è negativo: attualmente i ribassisti sono in vantaggio. Se la coppia BSV/USD dovesse scivolare sotto i 65,031$, assisteremo ad una liquidazione delle posizioni long: in basso i supporti si trovano a 57$ e 38,528$.

La nostra visione negativa verrebbe invalidata nel caso in cui la criptovaluta superasse entrambe le medie mobili. Attenderemo l'inversione del trend prima di consigliare lo scambio di questa moneta.

ADA/USD

Cardano (ADA) viene scambiato all'interno di un canale ascendente. Solitamente il prezzo oscilla fra il supporto e la resistance line del canale. Dopo aver toccato la resistance line in data 10 gennaio, il valore della moneta ha cominciato a scendere, e potrebbe ora raggiungere la support line.

ADA

Dopo il breakdown dalla EMA a 20 giorni, la coppia ADA/USD potrebbe trovare supporto alla SMA a 50 giorni. Se anche questo livello venisse infranto, il prossimo supporto si trova al limite inferiore del canale. La nostra previsione negativa verrebbe invalidata nel caso in cui la moneta superasse nuovamente la EMA.

Ai livelli correnti non notiamo alcuna configurazione d'acquisto affidabile. Le medie mobili sono piatte e l'RSI è neutrale, suggerendo un periodo di consolidamento a breve termine. Per tale motivo la nostra opinione sulla criptovaluta rimane nel complesso neutrale.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.