Scambio di poteri al vertice di Bitmain, si fanno da parte i due CEO

Secondo quanto riportato dal sito di notizie in lingua inglese South China Morning Post, Jihan Wu e Micree Zhan Ketuan, cofondatori del colosso del mining di Bitcoin Bitmain, lasceranno i loro incarichi di co-CEO, continuando tuttavia a guidare le decisioni più importanti dell'azienda.

Citando delle fonti anonime "a conoscenza dei fatti", il portale d'informazione rivela che ad assumere la carica di CEO potrebbe essere Wang Haichao, direttore del reparto di product engineering dell'azienda. Pare inoltre che Haichao stesse già svolgendo alcuni incarichi previsti dal ruolo di amministratore delegato.

Bitmain si è rifiutata di confermare la notizia, così come ha fatto per i numerosi rumor su alcuni cambiamenti nei piani alti della società emersi nelle ultime settimane.

Senza citare specificamente le fonti, l'articolo aggiunge che Wu e Zhan diventerebbero successivamente co-presidenti del gruppo.

"Quando Wang prenderà in mano le redini, Wu e Zhan si allontaneranno dalle attività di business quotidiane della compagnia, ma continueranno ad avere l'ultima parola quando si tratta di prendere le decisioni importanti", ha affermato una delle fonti.

Come già segnalato in precedenza, i media cinesi hanno pubblicato per la prima volta le voci sul riposizionamento di Wu a fine dicembre. Un mese prima, altri rumor sostenevano invece che il cofondatore dell'azienda avesse perso tutto il suo potere decisionale.

Il 2019 è un importante periodo di transizione per Bitmain. Vari analisti credono che l'azienda, dopo aver terminato le sue attività in Israele, sia pronta ad annunciare un licenziamento di massa.

Sono inoltre sorti parecchi dubbi sulla probabile conduzione di un'initial public offering (IPO) ad Hong Kong da parte della compagnia, soprattuto a causa delle preoccupazioni manifestate dagli organi di regolamentazione riguardo la volatilità dei mercati delle criptovalute.