Un gruppo di importanti trader di criptovalute pianifica la realizzazione di una blacklist per l'industria

Un gruppo di importanti trader di criptovalute pianifica di realizzare una lista di soggetti operanti nel settore delle monete digitali coinvolti in attività losche.

Durante un incontro tenutosi questo martedì a Chicago, negli Stati Uniti, un gruppo di trader provenienti da 35 importanti aziende legate agli asset digitali, come la filiale Cumberland di DRW Holdings, Mike Novogratz di Galaxy Digital Holdings, o la celebre startup Ripple, ha proposto la realizzazione di una blacklist contenente soggetti che hanno in passato compiuto azioni sospette o illecite.

A tal proposito Darius Sit, collaboratore di Singapore per la società di trading QCP Capital, ha commentato:

"Uno sforzo comunitario per migliorare gli standard di conformità consentirebbe di prevenire rischi generati dal trading con cattivi attori del settore, o con dealer che interagiscono questi cattivi attori. Una simile iniziativa di autogoverno è inoltre qualcosa che anche gli organi di regolamentazione desiderano vedere."

Il medesimo giorno dell'incontro, il popolare exchange di criptovalute Binance ha subito un grave attacco hacker, che ha portato al furto di 7.070 Bitcoin, equivalenti ad oltre 40 milioni di dollari. Durante una sessione AMA su Twitter, il CEO dell'azienda Changpeng Zhao ha assicurato che questi fondi sono stati prelevati soltanto dagli hot wallet della piattaforma, e rappresentano pertanto appena il 2% dei Bitcoin in possesso dell'exchange.