La polizia britannica venderà all'asta i Bitcoin confiscati ai criminali

La polizia britannica pianifica di vendere all'asta i Bitcoin (BTC) confiscati ai criminali, per un valore complessivo pari a mezzo milione di sterline, equivalenti a circa 620.000$.

I fondi in questione sono stati sottratti a criminali che hanno illecitamente fornito servizi di hacking e furto di dati personali in cambio di Bitcoin. È la prima volta che le autorità del Regno Unito organizzano un'asta pubblica per criptovalute confiscate.

Oltre a Bitcoin, la polizia pianifica di vendere anche Ethereum, Ripple e altre monete digitali. Inoltre, l'asta includerà una vasta gamma di beni di valore, come orologi di lusso, gioielli, oggetti di design e automobili.

L'inizio dell'asta online, gestita dalla società irlandese Wilsons Auctions, è previsto per le 12:00 GMT di oggi. Terminerà domani al medesimo orario. 

Aidan Larkin, Asset Recovery Director di Wilsons Auctions, ha commentato riguardo all'evento:

"Siamo lieti di segnare un altro primato per Wilsons Auctions, effettuando la prima asta di Bitcoin su istruzione della polizia britannica. In seguito al successo della prima asta pubblica di Bitcoin, che ha attirato attenzioni globali, siamo emozionati di continuare ad offrire questo servizio sicuro ai nostri clienti nel settore sia pubblico che privato.

Essere in grado di offrire questa soluzione sicura ai clienti, rimuovendo i rischi spesso associati al trading su exchange di monete digitali non regolamentati, è stata una gradita aggiunta al nostro pluripremiato servizio d'aste. Inoltre, questo servizio offre ad investitori sia esperti che alle prime armi l'opportunità di acquistare criptovalute da una casa d'aste consolidata."

A marzo di quest'anno, Wilsons Auctions ha gestito la vendita di Bitcoin e altre criptovalute per conto del Governo Federale del Belgio, per un valore complessivo di oltre 400.000$.