Charles Hoskinson è certo che Cardano avrà la meglio su Libra nei mercati emergenti

Charles Hoskinson, fondatore dell'ecosistema Cardano, ha affermato che i mercati emergenti sono dove le criptovalute contano davvero, e la moneta Libra di Facebook non avrà successo in quest'area.

In particolare, Hoskinson ha dichiarato:

"I mercati emergenti sono dove le criptovalute contano davvero [...]. Quando do un'occhiata al mondo sviluppato, sinceramente non m'importa. È fortemente regolamentato e, in molti casi, il sistema è manipolato. Se decidessi di competere con una grossa azienda tecnologica, potrebbe facilmente escludermi tramite regolamentazioni [...].

Poi discuto con il Primo Ministro della Georgia, e afferma che il paese è pronto a fare affari. Possiamo ricostruire parti dell'infrastruttura didattica, creare un nuovo sistema di pagamento o una piattaforma per la gestione delle cartelle cliniche. Le chiavi del reame sono lì. Quattro milioni di persone che fra dieci o vent'anni saranno utenti di grande valore."

Al contrario, Hoskinson ha previsto che Facebook faticherà a promuovere Libra a causa della sua mancanza di relazioni, che vanno costruite nel tempo sulla base delle necessità dei singoli mercati emergenti:

"Facebook è arrivato in paesi del quale non conosce nulla e sta tentando di convincere la popolazione a schiavizzare sé stessa, legandosi ad un monopolio economico, senza dare nulla in cambio. L'unico vero vantaggio è che le tariffe costeranno meno [...].

Mentre io vado lì e dico: 'Ricostruiremo tutti i vostri sistemi, così avrete una registrazione catastale priva di frode, un sistema elettorale migliore e catene di distribuzione molto più solide'. Stiamo già facendo queste cose, ma ci sono voluti anni. Si tratta di un mercato basato sulle relazioni... e Facebook non le possiede"

Cionondimeno, sul proprio sito web Facebook spiega che lo scopo di Libra sarà proprio quello di fornire una vasta gamma di servizi nei paesi ancora in via di sviluppo:

"Il nostro obiettivo è aiutare miliardi di persone, offrendo loro accesso a cose che attualmente non possiedono, come assistenza sanitaria, servizi finanziari equi, o nuovi modi di salvare e condividere informazioni."