Coinbase espande i suoi servizi di trading in altri 11 Paesi

Il famoso exchange di criptovalute americano Coinbase ha ampliato i propri servizi di trading crypto-to-crypto in diversi Paesi. Lo rivela un post pubblicato il 17 aprile.

Coinbase e la sua piattaforma di trading professionale Coinbase Pro hanno introdotto un sistema di conversione e trading crypto-to-crypto in 11 paesi dell'America Latina e del Sud-est Asiatico. Il prodotto è ora disponibile anche in Argentina, Messico, Perù, Colombia, Cile, India, Hong Kong, Corea del Sud, IndonesiaFilippine e Nuova Zelanda.

I clienti di Coinbase nei paesi di cui sopra potranno ora archiviare, scambiare, inviare e ricevere criptovalute. Nel post, l'exchange sostiene che le criptovalute si stanno muovendo dall'attuale "fase di investimento" nella fase "di effettiva utilità", grazie a diversi nuovi casi d'uso:

"Potrebbero nascere versioni decentralizzate di servizi finanziari tradizionali, come prestiti o micropagamenti o altri impieghi veramente innovativi a cui nessuno ha nemmeno mai pensato. La capacità di convertire da una criptovaluta all'altra costituirà la spina dorsale di questa nuova economia decentralizzata. "

Recentemente, Coinbase ha introdotto diverse novità alla sua piattaforma, tra cui l'aggiunta del supporto ad EOS (EOS), Augur (REP) e Maker (MKR) e l'espansione in nel settore dei pagamenti internazionali, che consentirebbe agli utenti di inviare e ricevere denaro istantaneamente, nonché di convertirlo in valuta locale.

Ad aprile, Coinbase ha anche lanciato la Coinbase Card in collaborazione con Visa, che consente ai suoi clienti con sede nel Regno Unito di pagare in negozio e online tramite criptovaluta. Il nuovo servizio consente a Coinbase di convertire istantaneamente le criptovalute dei clienti in valuta fiat durante la procedura d'acquisto.