Digital Currency Group investe 114 milioni di dollari in Silvergate, banca favorevole alle criptovalute

In un messaggio su Twitter pubblicato il 26 febbraio, l'azienda di venture capital in criptovalute Digital Currency Group (DCG) ha rivelato di aver investito nella Silvergate Capital Corporation, contenente la crypto-friendly Silvergate Bank.

Nella giornata di ieri la Silvergate Capital Corporation ha annunciato sul proprio sito, senza rivelare i nomi degli investitori, di aver venduto 9,5 milioni d'azioni di Silvergate grazie ad un investimento privato di circa 114 milioni di dollari. L'articolo spiega inoltre i motivi di tale acquisizione:

“I fondi ricavati da tale investimento supporteranno ulteriormente la crescita dell'iniziativa nazionale fintech di deposito, del sistema bancario per imprese e delle attività di prestiti."

Tradizionalmente le aziende di criptovalute hanno sempre avuto difficoltà a trovare banche che le accettassero come clienti. Nel finesettimana la Banca di Bangkok ha infatti chiuso il conto del Thai Digital Asset Exchange, mentre a gennaio di quest'anno in India molte banche hanno sospeso o limitato i conti degli exchange di criptovalute.

Lo scorso anno anche Tether, un token digitale supportato da denaro fiat, ha dovuto affrontare un problema legato alle banche, quando tutti i trasferimenti internazionali vennero bloccati dalle banche taiwanesi utilizzate dalla piattaforma.

DCG ha inoltre scritto su Twitter di avere "grosse notizie" dall'applicazione per pagamenti Circle, una società in portafoglio di DCG:

Nella giornata di ieri Circle ha infatti annunciato l'acquisizione dell'exchange di criptovalute Poloniex, affermando nel comunicato stampa di voler trasformare la piattaforma in un "robusto e poliedrico mercato distribuito."