Group-IB stila una classifica sul livello di sicurezza dei principali exchange di criptovalute

Group-IB, importante società operante nel settore della sicurezza informatica, ha classificato il livello di sicurezza dei principali exchange di criptovalute.

Secondo i dati raccolti dall'azienda in collaborazione con la piattaforma assicurativa CryptoIns, sarebbe Kraken il luogo più sicuro dove scambiare le proprie monete digitali. Al contrario, OKExHuobi Pro e CoinCheck sono invece gli exchange di criptovalute meno sicuri. Group-IB è arrivata a tale conclusione utilizzando un nuovo sistema di analisi, che calcola i premi assicurativi per la copertura dei beni digitali offerti da tali piattaforme.

CryptoIns, azienda supportata dal mediatore assicurativo svizzero ASPIS S, offre i propri servizi a dozzine di importanti exchange di criptovalute. La compagnia si occupa di coprire le perdite in caso di "attacchi informatici, furti, frodi e attività illecite condotte dal personale degli exchange di criptovalute".

Il sistema di analisi adottato da Group-IB prende in esame fattori come il livello di sicurezza tecnica, l'affidabilità dei depositi, nonché il grado di protezione di password e dati personali dei clienti. La compagnia tiene anche conto dei meccanismi per la gestione dei rischi, politiche Know Your Customer (KYC) e norme antiriciclaggio.

Group-IB e CryptoIns non hanno tuttavia svelato gli esatti parametri utilizzati per determinare il livello di sicurezza degli exchange, al fine di preservare la riservatezza delle piattaforme analizzate.

Il problema della sicurezza nel settore delle criptovalute assume sempre maggior rilievo, specialmente con l'avvento dei primi investitori istituzionali. A settembre di quest'anno un gruppo di hacker è riuscito a rubare 59 milioni di dollari in monete digitali dalla piattaforma giapponese d'exchange Zaif, portando ad un ulteriore irrigidimento delle regolamentazioni nel paese.