Ethereum Classic implementa con successo l'hard fork Atlantis

Il team di Ethereum Classic (ETC) ha attivato l'hard fork Atlantis, che ha l'obiettivo di migliorare le funzionalità dell'altcoin e la sua compatibilità con Ethereum (ETH).

La notizia è stata annunciata in un post su Twitter da Yaz Khoury, direttore delle relazioni con gli sviluppatori di ETC, il 12 settembre. Khoury si è congratulato con il team del progetto:

“Congratulazioni @eth_classic per la riuscita attivazione dell'hardfork Atlantis! [...] Ho imparato molto sulla bellezza della decentralizzazione e della comunità distribuita.”

Tutto secondo i piani

ETC ha quindi effettuato con successo l'hard fork, in linea con le tempistiche stimate in precedenza (tra il 12 e il 13 settembre), al blocco #8.772.000. Come ha dichiarato ETC Labs a Cointelegraph a giugno: "La comunità ha tenuto una serie di incontri per parlare di tempistiche, portata e coinvolgimento, e abbiamo deciso la direzione e i tempi di rilascio di Atlantis."

Questo hard fork ha lo scopo di migliorare la sicurezza tenendo conto delle principali preoccupazioni della comunità. È anche considerato un aggiornamento "senza fretta", che garantirà la compatibilità di ETC con Ethereum, semplificando la collaborazione con le altre blockchain.

Come riportato a giugno, gli sviluppatori e i collaboratori hanno preso in considerazione l'idea di inserire l'hard fork al blocco #8.750.000, inizialmente previsto per il 15 settembre. Tuttavia, ETC Labs ha poi optato per un altro blocco, che avrebbe consentito di ricevere l'aggiornamento durante la settimana piuttosto che nel weekend, per garantire la presenza del team nel caso in cui sarebbero sorti dei problemi.

Supporto da parte dell'industria

Dopo l'annuncio dell'hard fork, ETC ha ricevuto il supporto di una serie di player del settore, tra cui l'exchange di criptovalute OKEx. La piattaforma ha rivelato il supporto a ETC il 10 settembre, specificando anche che gestirà i problemi tecnici correlati e riprenderà i servizi nonappena la mainnet ETC sarà stabile.

Proprio ieri, anche l'exchange di criptovalute Bitfinex ha annunciato il supporto ad Atlantis.