Secondo un analista, Ether (ETH) potrebbe guadagnare quasi il 40% rispetto a Bitcoin nelle prossime sessioni di trading.

Michaël van de Poppe, analista di mercato olandese, prevede che presto ETH/BTC lascerà il suo attuale range tra 0,05 e 0,06 sat diretto verso 0,07 sat.

La prospettiva ottimistica dell’analista tecnico si basa sul livello di supporto a 0,63 sat della coppia. Questa zona è stata decisiva nel proteggere la tendenza rialzista di ETH/BTC durante l’ormai noto crollo del mercato crypto a metà maggio 2021.

Ethereum continua il suo rialzo nella coppia contro Bitcoin,” ha commentato van de Poppe.

"Un’inversione perfetta della zona a 0,063 e un ritorno verso l’alto in questa fase. Finché il livello a 0,063 regge, mi aspetto una continuazione verso 0,075.”
Setup per Ethereum condiviso da Michaël van de Poppe. Fonte: TradingView.com

Hard fork all’orizzonte

L’analogia rialzista emerge mentre ETH/BTC prolunga del 21,28% la sua ripresa dal minimo del 27 giugno di 0,0552 sat. Questo suggerisce che negli ultimi giorni i trader hanno preferito vendere Bitcoin per cercare opportunità nel mercato di Ethereum. Dall’inizio dell’anno ad oggi, la seconda più grande criptovaluta è già aumentata del 160% rispetto a Bitcoin.

Lo spostamento dell’attività di trading ha preso spunti dall’euforia legata alla transizione del meccanismo di consenso di Ethereum dalla Proof-of-Work ad alto consumo energetico alla Proof-of-Stake più scalabile e sostenibile. Il progetto ha lanciato la prima fase, denominata Phase 0 o Beacon Chain, a dicembre 2020, introducendo un’architettura di rete a sharding nella blockchain di Ethereum.

Lo sharding è una tecnica di scalabilità che suddivide il network di Ethereum in vari gruppi (chiamati shard). Quindi assegna nodi a ciascuno shard. Questi nodi devono monitorare e convalidare i rispettivi shard, rimuovendo così il requisito che ogni nodo convalidi tutte le transazioni, come avviene nell’attuale consenso Proof-of-Work.

“L’hard fork London di Ethereum è composta da 5 EIP:

1. EIP-1559: Cambia il mercato delle commissioni per la blockchain ETH 1.0;
2. EIP-3554: Rinvia la difficulty bomb a dicembre 2021;
3. EIP-3529: Riduce i rimborsi;
4. EIP-3541: Respinge nuovi smart contract con il byte iniziale 0xEF;
5. EIP-3198: Introduce l’opcode BASEFEE.”

La prossima fase che porta Ethereum più vicino alla Proof-of-Stake è l’EIP-1559, una parte dell’hard fork London. L’aggiornamento propone di sostituire il modello delle commissioni “ad asta” di Ethereum con una commissione base, modificabile a seconda della domanda sul network. Questo provvedimento mira a risolvere il problema delle commissioni elevate sulla blockchain, oltre a rendere ETH un token deflazionistico distruggendo la commissione base del network.

Di conseguenza...

A causa della scarsità incombente, analisti e trader vedono un enorme potenziale nel mercato di Ethereum. La formula rialzista è semplice: l’offerta in circolazione in calo contro una domanda crescente renderà Ether più prezioso di quanto sia al momento. Di conseguenza, nel 2021 la criptovaluta sta aumentando rispetto a Bitcoin.

Inoltre, la società di analisi crypto sudcoreana CryptoQuant ha segnalato una crescente prospettiva a lungo termine tra i trader di Ether, come suggerisce il calo delle riserve di ETH su tutti gli exchange di criptovalute.

In genere il prezzo di Ether si muove inversamente alle sue riserve sugli exchange. Fonte: CryptoQuant

Lunedì, la quantità di ETH presente nei wallet di tutti gli exchange ha raggiunto un minimo intoccato da 2 anni e mezzo.

Il calo degli Ether sugli exchange è un chiaro fattore positivo che indica la fiducia degli investitori nel futuro della blockchain, come spiegato da Yuriy Mazur, direttore dell’analisi dei dati di CEX.IO Broker.

Il dirigente ha aggiunto che gli investitori stanno sfruttando soluzioni alternative per proteggere le proprie riserve di ETH durante la correzione del prezzo invece di convertirle in denaro, menzionando investimenti basati su ETH nel settore della finanza decentralizzata.

Nell’ultimo anno, il valore totale bloccato su Ethereum è salito alle stelle. Anche lo staking su Ethereum 2.0 (modello di consenso Proof-of-Stake) ha assorbito gli Ether che stanno lasciando le piattaforme di trading,” ha sottolineato Mazur, aggiungendo:

"L’esaurimento degli Ether sugli exchange contribuirà a una scarsità di offerta in circolazione che può avere un impatto positivo sul prezzo.”

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo appartengono unicamente all’autore e non riflettono necessariamente i punti di vista di Cointelegraph.com. Ogni investimento e operazione di trading comporta dei rischi. Dovresti condurre una ricerca propria quando prendi una decisione.