F1 Delta Time terrà un'asta per acquistare non-fungible token a marchio Formula 1

F1 Delta Time, gioco basato sulla tecnologia blockchain e ufficialmente autorizzato dalla Formula 1, terrà un'asta di non-fungible token (NFT). L'evento è previsto per il 28 novembre: i fan potranno partecipare ad un contest dal vivo per competere all’assegnazione di vari premi.

Tutte le più popolari automobili della Formula 1

A differenza delle tradizionali criptovalute, i non-fungible token sono una forma di asset digitale collezionabile basato su blockchain: "non-fungible" significa che ogni token è unico e il loro livello di rarità può variare.

In questo caso F1 Delta Time ha impostato cinque diversi livelli di rarità, e le macchine ufficiali delle scuderie non saranno disponibili nei due livelli inferiori. Ogni NFT verrà piazzato all'asta simultaneamente, in un formato "olandese decrescente", al prezzo iniziale di 30 Ether (ETH).

Tutte le automobili del marchio Formula 1 saranno incluse nell'asta, fra le quali anche Mercedes AMG W10, Ferrari SF90, Red Bull Racing RB15, McLaren MCL34, Renault RS 19, Racing Point RP19, Toro Rosso STR14, Alfa Romeo Racing C38, Haas VF-19 e Williams FW42. Le prestazioni di tutte le automobili più rare saranno simili, ma i dettagli verranno condivisi dall'azienda soltanto a partire dalla prossima settimana.

F1 Delta Time ha anche organizzato un contest, invitando i fan a prevedere l'ordine di vendita delle vetture digitali. Tra i premi 30 Ether e varie tipologie di NFT utili all'interno del gioco.

Ampliare gli orizzonti della blockchain

A marzo di quest'anno, Animoca Brands ha stretto una collaborazione con Formula 1 per la realizzazione di un gioco che consentisse agli utenti di collezionare vetture virtuali e gareggiare l'uno contro l'altro, aprendo poi la strada allo sviluppo F1 Delta Time.

Al tempo entrambe le parti avevano evidenziato il notevole potere del brand Formula 1, nonché il potenziale della nuova partnership di ampliare l'esposizione dei consumatori della tecnologia blockchain.

A dicembre dello scorso anno Atari, nota azienda del settore dei videogiochi celebre per aver pubblicato titoli del calibro di Pac-Man e Tetris, ha stretto una collaborazione con la start-up Animoca Brands per la realizzazione di "versioni blockchain" di due popolari giochi per cellulare: "RollerCoaster Tycoon Touch" e "Goon Squad".

A febbraio il valore delle azioni di Atari è improvvisamente impennato, in seguito all'annuncio che l'azienda avrebbe investito nel settore delle criptovalute.

A tal riguardo si è espresso persino Vitalik Buterin, celebre cofondatore di Ethereum. Buterin ha sostenuto che sarà difficile per le applicazioni blockchain prendere piede al di fuori del mondo della finanza, in quanto il loro principale valore aggiunto è la decentralizzazione. Tuttavia ritiene che i non-fungible token e il gaming siano delle aree strategiche per ampliare l’utilizzo della tecnologia.