Secondo Tom Lee, il prossimo anno le criptovalute raggiungeranno nuovi massimi storici

Tom Lee, fondatore di Fundstrat Global Advisors, ha previsto che nel 2020 i prezzi delle criptovalute raggiungeranno nuovi massimi storici. Tali commenti sono stati rilasciati durante un'intervista recentemente pubblicata su CNBC.

Lee spiega che Bitcoin (BTC) non ha ancora completato la propria scalata, e che assisteremo al raggiungimento di un nuovo massimo "sulla base di 11 segnali che storicamente hanno luogo soltanto durante i mercati rialzisti". L'uomo ha pertanto ribadito la propria previsione precedente, rilasciata ad inizio mese, secondo la quale l'inizio del mercato rialzista fosse ormai alle porte.

Lee ha spiegato in maniera più dettagliata che tre di questi undici segni, vale a dire blockchain, indicatori tecnici e volumi di scambio, segnalano che il "Crypto Winter" sta ormai per terminare.

In particolare, l'incremento dei volumi di scambio può essere collegato ad un rinnovato interesse da parte dei broker, i quali risultano essere "estremamente importanti, in quanto influenzano come gli investitori istituzionali effettuano trading con criptovalute". Secondo Lee, il livello di attività è aumentato del 60-70%:

"Penso che stiamo assistendo ai primi segnali di miglioramento degli elementi fondamentali. I fattori tecnici stanno migliorando, e c'è finalmente reale attività da parte dei possessori di criptovalute [...]. Credo pertanto [...] che una deviazione standard di 2.5 per Bitcoin potrebbe far impennare il prezzo a 14.000$."

A febbraio di quest'anno, Fundstrat Global Advisors ha pubblicato un resoconto sul futuro delle criptovalute, nel quale gli analisti della compagnia spiegano che le migliorie tecniche progressivamente apportate a questa tecnologia condurranno ad un incremento dei prezzi.