La polizia tedesca chiude un importante marketplace sul dark web, sequestrata una 'quantità a sei cifre' di criptovalute

L'Ufficio Federale della Polizia Criminale (BKA) tedesco, in collaborazione con l'Ufficio di Polizia Europeo (Europol), ha bloccato i server di un importante marketplace sul dark web e sequestrato le criptovalute dei soggetti arrestati.

Stando ad un resoconto pubblicato sul portale in rete dell'Europol, le forze dell'ordine tedesche hanno arrestato tre individui e sequestrato oltre 550.000€ in contanti, una "quantità a sei cifre" (il numero esatto non viene precisato) di Bitcoin (BTC) e Monero (XMR), nonché svariati oggetti di valore come computer, hard disk, automobili e molto altro.

The Wall Street Market, questo il nome del mercato digitale in questione, possedeva oltre 1,15 milioni di utenti registrati: 5.400 di questi si occupavano della vendita di droghe, dati rubati, documenti falsi e software malevolo.

All'interno del medesimo resoconto, l'Europol ha inoltre annunciato che l'Autorità Doganale Finlandese ha ufficialmente chiuso Valhalla, anche conosciuto con il nome di Silkkitie, un altro importante marketplace sul darkweb. Secondo quanto riportato dal portale d'informazione Helsinki Times, grazie a questa operazione le autorità hanno "sequestrato una quantità ingente di Bitcoin". 

Lo scorso mese, negli Stati Uniti due uomini hanno ammesso di aver venduto illecitamente steroidi e altre sostanze controllate, e di aver riciclato svariati milioni di dollari grazie all'utilizzo di criptovalute.