Il Ghana sta progettando l’emissione di una Central Bank Digital Currency

La Repubblica del Ghana sta esplorando i vantaggi dell'emissione di una Central Bank Digital Currency (CBDC), ha affermato il governatore della banca centrale del paese.

Ernest Addison, un economista del Ghana attualmente in carica come governatore della Bank of Ghana (BoG), ha rivelato che l'istituzione sta lavorando con i principali stakeholder per l’elaborazione di un progetto pilota per la creazione di una CBDC.

Durante la 23° Conferenza Bancaria Nazionale tenutasi il 26 novembre, Addison ha dichiarato che la CBDC verrebbe realizzata attraverso l’istituzione di una sandbox normativa "con la possibilità di emettere un e-cedi nel prossimo futuro". Il "cedi" è la valuta fiat nazionale del Ghana.

Il governatore non si è tuttavia espresso in merito all’emissione della valuta digitale attraverso la tecnologia blockchain.

"Le applicazioni finanziarie digitali continueranno a definire il futuro della nostra esperienza bancaria"

Durante il suo intervento, il governatore della BoG ha affermato che il progetto è in linea con la volontà nazionale di digitalizzare il settore finanziario e bancario. "Le applicazioni finanziarie digitali continueranno a definire il futuro della nostra esperienza bancaria", ha affermato Addison. Ha inoltre sottolineato che i volumi delle transazioni effettuate direttamente da mobile sono passati da 982 milioni del 2017 a 1,4 miliardi nel 2018.

Il governatore ha poi concluso: 

"Questo modello di crescita costante sottolinea la natura sostenibile di simili opportunità per il settore bancario.”

La BoG autorizza l’emissione di una e-money

Addison ha anche annunciato che la BoG ha autorizzato la Ghana Commercial Bank (GCB Bank), la più grande banca del Ghana in termini di totale attivo disponibile, a emettere una e-money, o moneta elettronica.

In questo modo, la GCB Bank creerebbe valore digitale garantito da un importo equivalente in contanti, che consentirà ai clienti di avere accesso a dei wallet emessi direttamente dalla GCB.

Il Ghana non è il primo paese africano a prendere in considerazione i vantaggi dell'emissione di una propria valuta digitale. Ad agosto del 2019, la Banca nazionale del Ruanda ha annunciato la progettazione di una valuta digitale ufficiale al fine di aumentare l'efficienza delle transazioni e favorire la crescita economica.