Jack Dorsey: Twitter non è interessata a creare una criptovaluta simile a Libra

Il CEO di Twitter e Square Jack Dorsey ha dichiarato che non c'è in programma alcun “Twitcoin” per la piattaforma, osservando che si concentrerà invece sul promuovere Bitcoin (BTC).

Secondo un articolo del quotidiano australiano The Sydney Morning Herald, pubblicato il 5 settembre, Dorsey crede che Bitcoin sia ancora il candidato migliore per diventare la valuta nativa della rete Internet:

"Penso che gli standard aperti di Internet servano ogni persona meglio di quelli controllati o lanciati dalle aziende."

Nessuno comprende l'economia globale

Dorsey ha visitato Melbourne per prendere parte al lancio di Square Terminal, un nuovo dispositivo Point-of-Sale (PoS) hardware pensato per offrire un'alternativa a quelli forniti dalle banche. Ha anche espresso le sue idee sulle banche e sull'economia in generale:

"Il controllo, l'autorità e le pratiche delle banche sono un fenomeno globale, ma penso che sia molto evidente qui in Australia. [...] Ci stiamo sempre dirigendo verso una recessione, e ne stiamo sempre uscendo da una [...] Non esiste una sola persona su questo pianeta capace di comprendere l'economia globale. "

Dorsey ha anche spiegato che non ha intenzione di seguire l'esempio di Libra e lanciare una criptovaluta dedicata a Twitter, ma piuttosto preferisce usare standard aperti esistenti come Bitcoin.

Bitcoin è la scommessa migliore

CashApp, l'applicazione per i pagamenti mobile di Square, ha reso disponibili i depositi in BTC a giugno. Secondo i dati rilasciati ad agosto, nel secondo trimestre del 2019 la società ha generato 125 milioni di dollari di entrate grazie a Bitcoin:

“Penso che [Bitcoin] sia la scommessa migliore, perché è stata la criptovaluta più resistente, è in circolazione da 10 anni, ha un brand eccezionale ed è stata testata parecchio. [...] Se do uno sguardo a tutte le criptovalute che potrebbero ricoprire quel ruolo di valuta nativa per la rete Internet, tra esse Bitcoin ha una chance molto alta. "

Come segnalato da Cointelegraph ad agosto, Square Crypto, divisione di Square dedicata al settore delle valute virtuali, ha assunto lo sviluppatore di Bitcoin e cofondatore di Blockstream Matt Corallo.