Marsh collaborerà con IBM per la creazione di una Blockchain volta a verificare i contratti assicurativi

Stando a quanto riportato in data 16 aprile da Business Wire, l'azienda Marsh, specializzata in mediazione assicurativa e gestione dei rischi, ha annunciato la prima soluzione commerciale Blockchain per verificare la validità dei contratti assicurativi.

Grazie a questa applicazione della tecnologia Blockchain, Marsh mira a trasformare il processo assicurativo "da complicato e manuale a semplice e trasparente". Tale progetto permetterà ai clienti di migliorare le funzioni commerciali della propria impresa, come assumere appaltatori e trasferire rischi, incrementando al tempo stesso la certezza di copertura.

L'iniziativa è nata grazie ad una collaborazione tra Marsh, IBM, ACORD e ISN. ACORD è un ente globale di regolamentazione operante nel settore delle assicurazioni e dei servizi finanziari. ISN è un fornitore di appaltatori e di servizi per la gestione delle informazioni.

La nuova soluzione verrà sviluppata utilizzando la tecnologia open-source Hyperledger Fabric e la piattaforma Blockchain di IBM. Sastry Durvasula, Chief Digital Officer e Chief Data and Analytics Officer di Marsh, ha espresso il proprio ottimismo riguardo questa collaborazione:

“Marsh vede ottime opportunità nell'utilizzo della tecnologia Blockchain per servire al meglio i  nostri clienti, massimizzando l'efficienza e creando nuove opportunità assicurative. Crediamo che collaborazioni strategiche, come questa con IBM, ACORD e ISN, aiuteranno ad accelerare l'adozione delle applicazioni Blockchain, offrendo benefici ai nostri clienti in svariate industrie."

Molti settori richiedono una prova del contratto assicurativo, e la Blockchain offre la possibilità di dare vita ad una "rete di reti" per garantire tale verifica su vasta scala. Sandip Patel, Direttore Generale dell'Industria Assicurativa di IBM, ha dichiarato:

“Semplificare enormemente il processo di verifica del contratto assicurativo è di fondamentale importanza per la nostra impresa. IBM si impegnerà a connettere le reti Blockchain emergenti per promuovere un'economia di prossima generazione. Si tratta dell'esempio ideale per dimostrare coma la Blockchain possa essere utilizzata su vasta scala, portando a risultati reali per le aziende."

Il primo cliente del servizio sarà ISN. Brett Parker, a capo del dipartimento assicurativo di ISN, ha dichiarato:

“Per dimostrare i propri contratti, l'industria delle assicurazioni è sempre stata dipendente da un certificato cartaceo, compilato a mano da un agente assicurativo. Digatilizzando questo processo, è possibile far risparmiare tempo ai nostri clienti così che possano concentrarsi sulle loro competenze principali."

Al momento la rete Blockchain è solo in fase sperimentale, ma si prevede che diverrà effettivamente operativa entro fine anno. Lo scorso mese, l'iniziativa Blockchain B3i ha annunciato la fondazione della start-up B3i Service AG, che mira a dare vita ad una piattaforma di scambio per l'intera industria delle assicurazioni.