Internet of People, una rete P2P che sfrutta un nuovo protocollo per impedire violazione dei dati e censura

Un importante exchange di criptovalute ha intenzione di lanciare una nuova piattaforma, progettata per fornire agli utenti totale controllo sui propri dati personali.

CoinBene ha annunciato Internet of People (IoP), una comunità che consente agli utenti di sviluppare "una nuova generazione di DApp", offrendo totale controllo sulle informazioni personali ed eliminando censure e ostruzioni da parte di governi e grosse compagnie.

Il protocollo di IoP e il suo principio "prima le persone" sono essenziali in un mondo dove le violazioni di dati sono all'ordine del giorno, ed enormi corporazioni raccolgono spesso molte più informazioni di quanto necessario. La compagnia ha espresso pareri negativi non soltanto sullo stato corrente della rete, che non è riuscita a rimanere fedele all'obiettivo originale di connettere le persone, ma anche sulle criptovalute, le quali hanno soltanto aggravato tale problema piuttosto che risolverlo, in particolare a causa di modelli di raccolta fondi come ICO che "ignorano i valori sui quali si basa il settore delle monete digitali".

Più che una semplice criptovaluta

CoinBene afferma che IoP è più che una semplice criptovaluta, in quanto permette di eseguire operazioni peer-to-peer senza alcun intermediario, censura o ostacolo. La prima versione del nuovo protocollo di comunicazione, chiamato Mercury, è già stata rilasciata. Le DApp che utilizzano il protocollo di IoP garantiscono non soltanto maggiore privacy e sicurezza, ma anche una vasta gamma di servizi solitamente offerti da compagnie centralizzate.

Quel che contraddistingue il protocollo Mercury è il modo in cui i dati vengono trattati: i proprietari delle DApp ricevono soltanto le informazioni essenziali per il corretto funzionamento di prodotti e servizi. I dati personali degli utenti, protetti da un alto livello di criptazione, vengono pertanto inviati solo quando strettamente necessario.

Oggi IoP, descritta dalla compagnia come una Collaborazione Digitale Decentralizzata (DDC), possiede membri in quasi 40 paesi. Gli sviluppatori hanno inoltre spiegato che per il finanziamento dell'iniziativa non sarà affatto necessario organizzare una Initial Coin Offering, in quanto la criptovaluta "è di proprietà delle persone che supportano attivamente i valori del progetto".

La piattaforma IoP è formata da una rete decentralizzata di nodi, alla quale chiunque può unirsi in qualsiasi momento. La sua comunità viene ricompensata con IOP Coins, e la compagnia è certa che questo modello permetterà di ridurre gli esorbitanti consumi energetici spesso associati alle attività di mining.

CoinBene ha dichiarato che il lancio di IoP contribuirà inoltre alla missione dell'exchange di offrire ai propri clienti il più alto numero di beni digitali possibile.

Cosa significa per gli utenti?

Col tempo, la compagnia spera di poter sfruttare Mercury per la realizzazione di applicazioni decentralizzate abbastanza semplici da poter essere utilizzate anche da un pubblico generalista. L'unica reale differenza per gli utenti sarà il più alto livello di privacy.

L'infrastruttura IoP garantisce la totale riservatezza dei dati, ed è inoltre presente un sistema che permette di creare profili specifici per scopi differenti. Una persona potrebbe ad esempio possedere un profilo per le proprie attività lavorative, ed un altro invece per organizzare appuntamenti in rete. La compagnia è certa che la natura peer-to-peer del network impedirà ai governi di bloccare, censurare o accedere ai dati.

IoP ha intenzione di portare le criptovalute alle masse, realizzando una tecnologia di cui le persone hanno davvero bisogno e offrendo le risorse necessarie per comprendere il funzionamento di tale innovazione e i benefici che questa può offrire. La compagnia ha inoltre rivelato di star collaborando con numerose università in tutto il mondo, in quanto secondo l'azienda le criptovalute avranno in futuro applicazioni in quasi tutte le moderne discipline.

 

Avviso. Cointelegraph non sostiene alcun contenuto o prodotto presente su questa pagina. Sebbene puntiamo ad offrire quante più informazioni possibili, i lettori dovrebbero comunque effettuare ricerche approfondite e assumersi le responsabilità delle proprie azioni. Questo articolo non può essere considerato un consiglio d'investimento.