Binance pianifica di ripristinare depositi e prelievi nel corso della giornata di domani

Changpeng Zhao (CZ), CEO del popolare exchange di criptovalute Binance, ha annunciato che la piattaforma pianifica di ripristinare depositi e prelievi nel corso della giornata di domani.

In seguito all'attacco hacker che ha portato al furto di circa 7.070 Bitcoin (BTC), equivalenti a oltre 40 milioni di dollari, dagli hot wallet della piattaforma, Binance ha deciso di condurre una revisione completa dei propri sistemi e di congelare temporaneamente sia depositi che prelievi.

In quest'ultimo annuncio il CEO non ha rivelato molti dettagli di natura tecnica, assicurando che l'azienda condividerà ulteriori informazioni con il pubblico nel corso dei prossimi giorni, una volta che la piattaforma avrà ripreso completamente le proprie operazioni. Ha pertanto spiegato:

"Il nostro team sta compiendo progressi, e ha lavorato per tutto il week-end. Negli ultimi giorni abbiamo apportato alcune modifiche significative ai nostri sistemi, e abbiamo aggiunto e/o completamente riprogettato numerose funzioni avanzate di sicurezza. Condivideremo i dettagli su alcune di queste modifiche in futuro."

Nelle ore successive all'incidente, Zhao aveva condotto una sessione AMA su Twitter, per rispondere alle domande e ai dubbi della community. Poco dopo la compagnia ha anche pubblicato un comunicato stampa ufficiale, all'interno del quale sono state confermate molte delle informazioni precedentemente soltanto accennate sui social media.

Stando alle informazioni condivise negli scorsi giorni da Binance, verranno apportate grosse modifiche soprattutto alle aree sfruttate dagli hacker per lanciare il proprio attacco:

"Stiamo apportando modifiche significative a API, autenticazione a due fattori e conferma dei prelievi, alcune delle aree sfruttate dagli hacker durante l'incidente. Stiamo anche migliorando le nostre procedure di gestione dei rischi, analisi del comportamento degli utenti e KYC. Stiamo inoltre lavorando a metodi innovativi per contrastare il phishing, nonché implementando misure di sicurezza aggiuntive, non visibili dal lato front-end."