Arrestata in Spagna una banda di cybercriminali russi e ucraini, avrebbe usato BTC per riciclare 1,24 miliardi di dollari

Come riportato il 26 marzo da Associated Press, la polizia spagnola ha arrestato una banda di criminali informatici composta da cittadini russi e ucraini che sarebbero stati coinvolti nel furto di oltre 1,24 miliardi di dollari ai danni di istituzioni finanziarie in tutto il mondo, convertendo successivamente i loro guadagni illeciti in Bitcoin (BTC).

Secondo le dichiarazioni rilasciate dalla polizia spagnola e dall'Europol, il capo della banda, un Ucraino di nome "Denis K." e i suoi tre presunti complici di origini russe e ucraine sarebbero stati identificati e arrestati nella città di Alicante. In cinque anni, i criminali avrebbero rubato otre 1 miliardo di euro (1,24 miliardi di dollari).

I criminali compivano soprattutto crimini informatici, e hanno preso di mira più di 100 istituzioni finanziarie, riuscendo a farla franca ogni volta con cifre fino a 10 milioni di dollari. Secondo le indagini delle autorità, quasi tutte le banche russe sarebbero state vittime dei loro attacchi, e di queste circa cinquanta hanno subito perdite di denaro.

La banda otteneva l'accesso alle reti bancarie interne inviando e-mail di phishing contenenti malware ai funzionari delle banche. Il software forniva poi ai malviventi il controllo sull'hardware, consentendo loro di compromettere gli ATM e utilizzare le macchine per prelevare somme di denaro illimitate.

AP riporta che i criminali non hanno speso il denaro, ma lo hanno scambiato in Bitcoin, utilizzando poi la criptovaluta per l'acquisto di diversi beni, tra cui immobili e veicoli in Spagna.

A febbraio, la polizia thailandese arrestò un cittadino russo, Sergey Medvedev, che si dice fosse uno degli esponenti di un'organizzazione criminale informatica internazionale e amministratore del sito del dark web Infraud. Il portale veniva utilizzato per vendere carte di credito rubate, identità e documenti governativi ottenuti illegalmente. Al momento dell'arresto, Medvedev era in possesso di oltre 100.000 Bitcoin (BTC), che al tempo valevano circa 820 milioni di dollari.