Samsung desidera utilizzare la Blockchain per la propria catena logistica globale

Stando a quanto riportato in data 16 aprile da Bloomberg, il colosso sudcoreano dell'informatica Samsung ha rivelato il suo piano di utilizzare la tecnologia Blockchain per la propria catena logistica globale.

Samsung SDS, una filiale dell'azienda operante nel campo dei servizi informatici, sta studiando la tecnologia e punta a ridurre i costi di circa il 20%, ha dichiarato il vicepresidente e capo della divisione Blockchain Song Kwang-woo.

Nel caso in cui venisse approvato, il nuovo progetto di SDS si affiancherebbe a Nexledger, uno strumento per la gestione delle transazioni basato su Blockchain rivelato lo scorso anno.

"Avrà un enorme impatto sulle catene di distribuzione del settore manifatturiero", ha dichiarato Song.

“La Blockchain è la piattaforma al centro della nostra trasformazione digitale."

Secondo i piani, in futuro l'intera rete logistica di Samsung verrebbe trasferita su una Blockchain: nel 2018 l'azienda prevede un volume di 488.000 tonnellate di merci trasportate via aereo ed un milione di container mercantili.

Quest'anno Samsung sta chiaramente cercando di entrare nell'industria delle criptovalute, collaborando con produttori di dispositivi per il mining come Bitmain e Halong Mining Corp allo scopo di produrre chip ASIC.

A novembre dello scorso anno, Samsung SDS ha stretto un accordo con il governo della Corea del Sud per realizzare entro il 2022 una piattaforma Blockchain incentrata su "benessere, trasporto e sicurezza pubblica".