Santander ha emesso un bond end-to-end da 20 milioni di dollari sulla blockchain di Ethereum

Banco Santander, una delle più importanti istituzioni finanziarie della Spagna, ha annunciato di aver emesso il primo bond end-to-end su blockchain. In particolare, la banca ha trasferito un bond dal valore di 20 milioni di dollari sulla blockchain di Ethereum (ETH), dove rimarrà fino al termine della sua durata di un anno.

Più veloce, economico e semplice rispetto ai metodi tradizionali

Santander sostiene che l'utilizzo della tecnologia blockchain per l'emissione di bond end-to-end rappresenta il primo passo verso un potenziale mercato secondario per security token mainstream.

La transazione è stata condotta sulla blockchain pubblica di Ethereum, dove l'intero bond è stato tokenizzato. L'operazione, spiega l'azienda, si è svolta con un alto livello di automazione, riducendo drasticamente il numero di intermediari richiesti per portare a termine il processo.

Sottolineando che l'emissione di bond su blockchain risulta più veloce, economica e semplice rispetto ai metodi tradizionali, Santander pianifica di continuare lo sviluppo di questo progetto, avviato nel 2016 in collaborazione con l'azienda londinese Nivaura.

Sviluppi globali

Lo scorso mese, Santander ha annunciato il proprio piano di espandere anche in America Latina la propria soluzione per pagamenti globali basata su Ripple. In particolare, l'azienda vorrebbe consentire transazioni a costo zero dall'America Latina agli Stati Uniti, tramite l'applicazione mobile One Pay FX.