Tether diventa sempre più popolare nei pagamenti e si avvicina a BTC e ETH

La stablecoin Tether (USDT) sta guadagnando sempre più popolarità come metodo di pagamento, e secondo alcuni analisti starebbe addirittura raggiungendo Bitcoin (BTC) ed Ether (ETH).

Come riportato da Bloomberg il 25 ottobre, il servizio di elaborazione di pagamenti crypto CoinPayments ha registrato un rapido aumento della popolarità di Tether - una stablecoin ancorata in rapporto 1:1 al dollaro USA - come mezzo di pagamento. Sul sito, che conta 2,4 milioni di utenti, Tether rappresenta attualmente il 30% del volume, ossia trenta volte in più rispetto a un anno fa.

Tether mette in pericolo la leadership di Ether?

Secondo CoinPayments, l'utilizzo di Bitcoin come mezzo di pagamento ha registrato un calo di quasi il 60% rispetto all'80% dell'anno scorso, mentre Tether ha spinto Ether fuori dal secondo posto. Gli utenti scelgono Tether poiché permette di evitare le tediose fluttuazioni dei prezzi. Sean Mackay, operations lead di CoinPayments.net, ha dichiarato:

“I commercianti erano soliti accettare Bitcoin, Ethereum, Ripple per poi convertirli in Tether in modo da proteggersi dalla volatilità. Ora stiamo notando che i pagamenti vengono effettuati direttamente in Tether.”

Inoltre, Tether è diventata particolarmente popolare tra quei commercianti che hanno difficoltà a sottoscrivere dei servizi per l'elaborazione dei pagamenti in carte di credito o che sarebbero sottoposti a commissioni troppo elevate.

A metà settembre, Tether ha coniato 300 milioni di USDT per completare il passaggio dal protocollo Omni alla blockchain Ethereum. Tuttavia, all'epoca non si era verificato alcun token burn sulla blockchain Omni. A luglio, Tether ha erroneamente coniato e successivamente bruciato 5 miliardi di token USD.

Sempre nel mese scorso, la società ha annunciato il lancio di una nuova stablecoin legata allo yuan cinese offshore, chiamata CNHT. La nuova valuta si unisce alle altre stablecoin di Tether supportate dal dollaro USA (USDT) e dall'euro (EURT).

Inoltre, l'azienda ha in programma di rilasciare una versione della stablecoin supportata da un paniere di svariate materie prime, come oro, petrolio greggio e gomma.