Un impiegato inglese spiega perché ha scelto di ricevere il suo salario 100% in Bitcoin

"La gente mi chiede sempre come riesco a vivere con Bitcoin", ha dichiarato in un'intervista uno sviluppatore britannico a The Mirror, "ma la verità è che il mio stile di vita non è cambiato molto".

The Mirror, famoso tabloid britannico fondato oltre un secolo fa, ha intervistato il ventiquattrenne Zakk Lakin il 22 agosto.

Dipendente dell'exchange di criptovalute Coin Center, Lakin ha avuto la possibilità di ricevere una parte del suo stipendio - o addirittura tutto - in criptovaluta, e ha deciso di accettare.

100% Bitcoin

Lakin ha osservato che "acquistare roba con le criptovalute è più facile di quanto sembri", dato che ci sono molti rivenditori online che accettano le valute virtuali e persino strumenti di terze parti che consentono di effettuare pagamenti su piattaforme come Amazon.

In futuro, prevede, sempre più rivenditori si apriranno alle criptovalute, consentendogli di spendere meno in denaro tradizionale e di più in BTC.

Per quanto riguarda la busta paga, ha spiegato:

"Converto tutte le mie uscite permanenti (come l'affitto, gli addebiti diretti ecc.) in sterline inglesi nel giorno stesso in cui ricevo il mio stipendio per evitare qualsiasi problema relativo ai movimenti dei prezzi di Bitcoin, e quindi il resto rimane disponibilità economica / risparmi".

Come osserva The Mirror, in qualità di impiegato di un exchange, Lakin non è soggetto alle commissioni della piattaforma quando vende e scambia le sue criptovalute in valute tradizionali.

Oltre a gestire il proprio nodo Bitcoin, Lakin ha affermato che la sua scelta di essere pagato in Bitcoin è stata dettata dall'importanza di utilizzare la criptovaluta come era stata ideata inizialmente, ossia come denaro elettronico:

"Inoltre, le conversazioni che crea sono sempre utili per diffondere consapevolezza ed educare gli altri su Bitcoin e criptovalute."

Bitcoin nel Regno Unito

Come riportato, nel 2018 il governatore della Bank of England Mark Carney dichiarò che Bitcoin avesse fallito in qualità di valuta, almeno secondo gli standard tradizionali. Le sue critiche erano rivolte soprattutto alla volatilità dell'asset:

"Se tu avessi preso un prestito studentesco da 1.000£ in Bitcoin lo scorso dicembre per pagare le tue spese in sterline per il prossimo anno, in questo momento saresti a corto di 500£. Se avessi fatto lo stesso lo scorso settembre, avresti guadagnato 2.000£. È una vera e propria lotteria."

A luglio, Carney ha affermato che le persone dovrebbero riconoscere i problemi che Facebook sta tentando di risolvere con Libra, indipendentemente dalle potenziali insidie ​​del progetto. Se Libra riuscirà a conformarsi ai requisiti normativi - ha dichiarato una settimana dopo - la stablecoin potrebbe avere dei casi d'uso reali.