Un exchange venezuelano lancia una carta di debito che supporta Petro

Due aziende venezuelane hanno stretto una collaborazione per il rilascio di una nuova carta di debito per criptovalute ed un sistema point-of-sale (PoS).

'Dispositivo per il trasferimento di criptovalute', supporta quattro crypto

La piattaforma per il trading di criptovalute CriptoLAGO, conferma un annuncio recentemente pubblicato su Instagram, ha stretto una collaborazione con la banca d'investimento per monete digitali Glufco, al fine di realizzare un "dispositivo per il trasferimento di criptovalute."

Al lancio la carta supporterà Bitcoin (BTC), Ether (ETH), Dash (DASH) e Petro, la controversa moneta digitale nazionale del Venezuela il cui valore viene presumibilmente supportato dalle riserve petrolifere e minerarie del paese. Il servizio non supporta alcuna valuta fiat, nemmeno il travagliato bolívar venezuelano.

Sul materiale promozionale di CriptoLAGO è possibile leggere:

"Quello che stavamo aspettando, la nostra alleanza con Glufco, ci mette in prima linea."

Trading di Bitcoin in aumento in Venezuela

Lo scorso mese, il trading di Bitcoin in Venezuela ha infranto un nuovo record. Secondo gli esperti, questo improvviso incremento dei volumi potrebbe essere legato al picco d'inflazione registrato dal Bolivar a luglio di quest'anno. Pare infatti che il tasso di svalutazione della moneta nazionale del Venezuela abbia raggiunto quota 10.000.000%, spingendo un numero sempre maggiore di cittadini a ricorrere a maniere alternative per proteggere i propri fondi.

Pare inoltre che la banca centrale del Venezuela stia seriamente prendendo in considerazione la possibilità di tenere nelle proprie casse anche Bitcoin ed Ether, così che il paese possa più facilmente aggirare le sanzioni imposte dagli Stati Uniti.