Bitcoin ha il potenziale di 'valere un sacco oppure nulla', afferma l'investitore di Wall Street Bill Miller

Bitcoin (BTC) ha il potenziale di raggiungere un prezzo estremamente alto, oppure un valore pari a zero: lo ha affermato Bill Miller, celebre investitore di Wall Street, durante una recente intervista con CNBC.

Miller, fondatore della società per la gestione degli investimenti Miller Value Partners, ha discusso con il presentatore Kelly Evans durante una trasmissione intitolata "The Exchange", definendo il Bitcoin un interessante esperimento tecnologico e rammentando che ogni anno la criptovaluta raggiunge minimi sempre più alti.

Ad esempio nel 2018 la moneta aveva toccato un minimo di 3.200$, mentre adesso viene scambiata per oltre 4.000$. Miller ha poi affermato:

"Bitcoin ha il potenziale di valere un sacco, oppure nulla."

L'investitore ha anche menzionato un'altra tendenza, sottolineando che Bitcoin ha trovato il proprio bottom esattamente 52 settimane dopo il picco di dicembre 2017. Il mercato azionario tradizionale ha invece avuto bisogno di altre tre o quattro settimane per confermare il bottom.

Miller ha infine svelato che il suo portfolio include anche criptovalute, in quanto non esiste alcuna corrispondenza diretta fra mercati tradizionali e monete digitali: i primi potrebbero essere in rialzo e i secondi in rosso, e viceversa.

"Sono un osservatore di Bitcoin, ma non mi definirei un sostenitore", ha concluso Miller.

A dicembre 2017, quando il Bitcoin aveva raggiunto il proprio massimo storico di 20.000$, Miller aveva svelato di aver investito in criptovalute quasi il 50% dei fondi di Miller Value Partners. Stando agli ultimi dati, Miller Value Partners gestisce un valore complessivo di oltre 2,89 miliardi di dollari.

A marzo dello scorso anno, durante un periodo estremamente ribassista di Bitcoin, Miller aveva spiegato che "le bolle sono necessarie per portare il capitale sul mercato, e vedere se queste innovazioni saranno effettivamente valide."