SWIFT sempre più vicino alla velocità di Ripple, lo rivela un nuovo test

La Società per le Telecomunicazioni Finanziarie Interbancarie Mondiali (SWIFT) ha rivelato l'esito di una nuova sperimentazione del suo sistema di transazioni internazionali istantanee in Asia. Lo rivela un comunicato stampa pubblicato il 18 luglio.

Secondo l'annuncio, durante il test sono stati effettuati diversi pagamenti istantanei - ognuno durato dai 13 ai 25 secondi - tra 17 banche situate in Australia, Cina, Canada, Lussemburgo, Paesi Bassi, Singapore e Tailandia.

La sperimentazione ha previsto la comunicazione tra la piattaforma Global Payments Innovation (GPI) di SWIFT e la soluzione di pagamenti istantanei di Singapore "FAST".

SWIFT spiega che il suo sistema istantaneo GPI utilizza l'infrastruttura di pagamento già esistente, e dovrebbe perciò comportare minori costi di adozione per le istituzioni interessate. Harry Newman, head of banking della compagnia, ha commentato:

"SWIFT prevede che i pagamenti cross-border diventeranno convenienti come le transazioni nazionali, e il successo dei test effettuati su più corridoi tra Europa e Nord America verso l'Asia Pacifica conferma il ruolo importante che GPI Instant ricoprirà nel rendere tutto ciò realtà."

Come riportato da Cointelegraph a giugno, SWIFT consentirà alle aziende che operano nel settore DLT di utilizzare la propria piattaforma GPI.

Tecnicamente, Ripple è ancora più veloce

Recentemente, è emerso che la Bank of America ha brevettato un sistema di pagamenti che cita il ledger di Ripple.

Inoltre, secondo una risposta su Quora inviata dal CTO di Ripple David Schwarzt, i sistemi che utilizzano la tecnologia dell'azienda riescono a completare una transazione in 5-7 secondi.